(19.06.13) MEGA CENTRO COMMERCIALE DI QUINTANO. IPOTIZZATO IL REATO DI ABUSO D’UFFICIO

Altra tegola sul grande centro commerciale che dovrebbe sorgere sul terreno delle ex Fonderie di Quintano di Catelli Calepio. Dopo l’esposto presentato alla Procura nel 2012 dall’avvocato Alessandro Bresmes per conto di Ezio Locatelli, già consigliere regionale di Rifondazione Comunista, e di Claudio Sala, portavoce del comitato di cittadini che si oppone al centro commerciale, qualche settimana fa la stampa ha riportato che nell’inchesta aperta dal pm Giancarlo Mancusi sulla realizzazione del centro commerciale viene ipotizzato il reato di abuso d’ufficio in ordine a diversi aspetti inerenti le autorizzazioni. Al momento, precisa la stampa, non risultano i nominativi di indagati. Avviato dall’Amministrazione comunale di Castelli Calepio a guida leghista negli anni scorsi il progetto è stato poi rivisto e perfino ampliato dalla nuova giunta (di area Pdl). Si ricorda che dal 2012 è in corso un’altra inchiesta della magistratura, con l’apertura di un fascicolo a carico dell’ex assessore regionale Franco Nicoli Cristiani per presunte tangenti legate a 6 centri commerciali, tra cui quello di Quintano. Cfr. L’Eco di Bergamo 05.06.13: qui

Centri commerciali, le nostre precedenti info: qui