(04.05.13) BERGAMO. AFFITTI CASE POPOLARI COMUNALI SBAGLIATI. ORA L’AMMINISTRAZIONE DI BERGAMO RIMEDIA. MA A PAGARE DEVONO ESSERE GLI INQUILINI

* Sabato 4 maggio, ore 10.oo, assemblea degli inquilini a Bergamo, Sala delle Scuderie, via Borgo Palazzo 16

Alcune centinaia di inquilini delle case popolari di proprietà del Comune di Bergamo si sono visti recapitare in questi mesi il bollettino di pagamento dell’affitto con cifre aumentate rispetto al solito. Cifre che per alcune famiglie arrivano a diverse centinaia di euro.
Il motivo? L’Amministrazione comunale di Bergamo vuole recuperare le somme di denaro che non ha riscosso a causa di un calcolo sbagliato dei canoni di affitto a partire dal 2008. Ne consegue che dal 2008 a oggi, alcuni inquilini delle case comunali, hanno pagato un canone di affitto inferiore al dovuto, alcuni invece hanno pagato di più, a causa di un errore materiale di calcolo dagli Uffici del Comune di Bergamo proprio nel 2008, quando si trattava di adeguare i canoni alla Legge Regionale n. 27 del 2007.
Errore che, solo per il 2008, graverà sugli assegnatari delle case comunali per circa 60 mila euro! Questa è la somma che il sindaco Tentorio e la Giunta comunale di Bergamo chiedono agli inquilini di versare entro quest’anno. Non solo, vorrebbero recuperare entro il 2013, anche “l’errore” relativo all’anno 2009.
MA IL PEGGIO DEVE ANCORA ARRIVARE!
Le somme a conguaglio che verranno richieste nei prossimi anni saranno ancora più elevate, infatti gli errori di calcolo sugli affitti si sono verificati fino all’anno 2012.
I sindacati inquilini - Sunia, Sicet e Unione Inquilini - si sono mobilitati per difendere gli inquilini da questa nuova stangata tenendo conto che questa grave crisi economica pesa sulle famiglie, organizzando assemblee nei quartieri della città di Bergamo.
I sindacati hanno proposto al Sindaco e all’Amministrazione Comunale di:
a) azzerare le somme dovute per il 2008;
b) definire un percorso, a partire dall’anno 2014, per il recupero delle somme dovute per gli anni 2009, 2010, 2011 e 2012;
c) utilizzare le somme recuperate esclusivamente per la manutenzione delle case comunali. (a cura Sunia-Cgil, Sicet-Cisl, Unione Inquilini)

Per comunicazioni: tel. 339.7728683 (fabio)
Unione Inquilini Bergamo, le nostre precedenti info: qui