Karl Heinrich Marx

Treviri, 5 maggio 1818 - Londra, 14 marzo 1883


(13.03.13) PONTERANICA. LA SOLIDARIETA’ HA FERMATO GLI SFRATTI DALLE CASE POPOLARI. MA L’INSENSIBILITA’ DEL SINDACO RISCHIA UN DRAMMA SOCIALE. MOBILITIAMOCI PER DIFENDERE IL DIRITTO ALLA CASA

Oggi eravamo in tanti, come succede da quando l’emergenza sfratti si è fatta più drammatica senza che le istituzioni adottino alcun provvedimento a garanzia del diritto alla casa. Infatti un numero crescente di persone e famiglie sotto sfratto decide che la resistenza e la solidarietà sono l’unica riposta possibili.
Grazie alla mobilitazione siamo riusciti anche questa volta a rinviare lo sfratto. Alex potrà rimanere nella casa che abita fino al prossimo 12 aprile.
Al termine della mobilitazione siamo entrati nel Municipio e abbiamo ottenuto un incontro con il sindaco. Purtroppo ci siamo resi conto che nonostante l’emergenza sfratti, nonostante a Ponteranica vi siano tanti alloggi appena costruiti ma rimasti vuoti perché invenduti o non affittati, l’Amministrazione comunale non recede dallo sciagurato obbiettivo di sfrattare le persone dalle case popolari di cui è proprietaria.
Infatti abbiamo scoperto che questa mattina l’Amministrazione aveva intenzione di sfrattare, oltre ad Alex, anche un’altra inquilina delle case popolari di via Leone XIII, nonostante sia in cinta al quarto mese di gravidanza.
Il comportamento dell’Amministrazione leghista di Ponteranica è assolutamente inqualificabile in quanto non ha prodotto, in questi anni di crisi, alcun tipo di riflessione né proposta sulla questione della precarietà abitativa ma invece mette tutto il suo impegno per aggravarla mettendo a disposizione le forze dell’ordine per sgomberare la gente.
Per evitare che l’insensibilità di tanti enti locali produca drammi sociali che aggravano quelli creati dalla crisi economica, chiediamo alla Prefettura di Bergamo che gli sfratti siano sospesi per dare modo alle autorità preposte e alle parti sociali di concordare un meccanismo che consenta agli sfrattati il passaggio da casa a casa.
Nel frattempo l’Unione Inquilini non lascerà solo Alex, ma nemmeno la sua vicina di casa. Gli attivisti sindacali e i volontari delle associazioni di mutuo soccorso invitano tutti i cittadini di Ponteranica a mobilitarsi per fermare gli sfratti nelle case comunali e per obbligare l’Amministrazione comunale ad adottare politiche per affrontare la precarietà abitativa, gli sfratti, il caro affitti.
Venerdì 12 aprile invitiamo di nuovo tutte le persone solidali al presidio che avrà inizio dalle ore 9.00 fuori dalla casa di Alex, in via Leone XIII n. 5 a Ponteranica.

Le foto di stamattina: qui

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(11.03.13) SAN PAOLO D’ARGON. IL SINDACO INTERVIENE SU INTERPORTO E RADDOPPIO CENTRO RIFIUTI

Nell’ultimo numero del quindicinale Araberara (che dal mese scorso ha cominciato ad occuparsi anche di San Paolo d’Argon) il sindaco del nostro paese prende posizione sull’interporto e sul centro rifiuti della Montello Spa. Rispetto alla prima questione, a quasi due mesi e mezzo dall’avvio da parte della Sibem Spa (la società dell’interporto) della procedura della gara d’appalto, il sindaco riconosce la realizzazione dell’interporto come “inutile e dannosa”. “Oggi questo progetto – dice Cortinovis – con la crisi che incombe non servirebbe più a nulla e si andrebbe così a deturpare una fetta di territorio per nulla”. L’impegno assunto è quello di “essere presenti al tavolo degli incontri”, cosa che – francamente - ci sembra un po’ poco data la gravità di questa operazione che sta incombendo sulla nostra zona. Molto diverso invece l’atteggiamento del sindaco riguardo il tema dell’ampliamento del Centro rifiuti della Montello Spa, che ricade nel medesimo comparto immediatamente a sud del territorio del nostro comune. “La proposta – secondo il nostro sindaco – può essere valutata (…). Chiederemo che ci sia una sorta di periodo di prova e solo al termine diremo se il raddoppio dell’insediamento produttivo è fattibile”. Al di là del fatto che ci è difficile immaginare “un periodo di prova” prima dell’investimento (!?), dalle parole del sindaco emerge una evidente disponibilità verso questo impianto, quando invece da parte delle forze ambientaliste locali (cfr. per esempio qui) è stato ribadito il diniego al progetto così come formulato, perché raddoppia la quantità di rifiuti da smaltire ponendosi ampiamente fuori della pianificazione provinciale, non garantisce affatto una diminuzione delle emissioni dannose, non “chiude” il ciclo produttivo con il completo recupero e i rifiuti trattati ma prevede ancora una quota consistente di residui da avviare proprio agli… inceneritori.

Cfr. Araberara, 08.03.13: qui

Interporto e Centro rifiuti, le nostre precedenti info: qui


(18.03.13) TRESCORE BALNEARIO. INCONTRO PUBBLICO SULL’EMERGENZA SFRATTI IN VALCAVALLINA E DINTORNI

Per fare il punto sulla situazione casa e per in confronto con gli enti locali sulle politiche per rispondere all’emergenza sfratti, l’Unione Inquilini - unitamente alle associazioni impegnate nel territorio per il diritto alla casa - ha indetto un incontro pubblico per lunedì 18 marzo, alle ore 20.45 presso la Sala del Centro Anziani (v. Lotto) a Trescore Balneario. Interverranno tra gli altri: Roberto Bertola (segretario Sicet-Cisl/bg), Fabio Cochis (segretario Unione Inquilini/bg), avv. Gianluigi Alessandro Montalto (Unione Inquilini - Milano). Sono invitate le organizzazioni sindacali, le amministrazioni comunali, il Consorzio Servizi Valcavallina, le associazioni del volontariato, le forze politiche, le persone e le famiglie sotto sfratto. (per comunicazioni: tel. 338.9759975 - Sportello Sociale Autogestiito San Paolo d’Argon e Media Valcavallina)

Emergenza sfratti , le nostre precedenti info: qui


(06.04.13) UNIONE INQUILINI BERGAMO. IMPARARE A DIFENDERSI DALLA CRISI, PER FARE MOVIMENTO IN DIFESA DEL DIRITTO ALL’ABITARE

* Sabato 6 aprile, ore 9.30-18.00, INCONTRO DI FORMAZIONE, c/o Biblioteca Popolare “Peppino Impastato” - via Enrico Fermi 6/c Bergamo-Colognola

L’Unione Inquilini di Bergamo organizza questa giornata di formazione perché vogliamo dare un contributo alla inchiesta sulle problematiche dell’emergenza abitativa e allo studio degli strumenti per fare valere il diritto alla casa. Sarà presente Massimo Pasquini, storico dirigente dell’Unione Inquilini, che porterà un contributo di analisi critica sulla legislazione vigente e sulle politiche della casa in Italia. Il principale obbiettivo del corso è quello di contribuire alla formare dei giovani militanti impegnati nella lotta contro gli sfratti e per un affitto equo. Inoltre vorremmo contribuire a fare crescere la conoscenza e la sensibilità civile e sociale degli inquilini che hanno partecipato alle lotte per il diritto alla casa, per offrire loro strumenti per difendersi dai problemi dell’insolvenza contrattuale e dalle cause di sfratto.

PROGRAMMA:
* Dalle ore 9.30 alle ore 12.30. Verranno trattati i seguenti temi: 1. Cosa è una sede dell’Unione Inquilini; 2. Cosa è un contratto di locazione: normative ed effetti; 3. Lo sfratto, dalla difesa legale al contrasto.

* Da ore 12.30 a ore 13.30: pausa pranzo.

* Dalle ore 14 alle ore 18. Saranno affrontati i seguenti temi: 4. Le politiche abitative e le proposte in campo; 5. L’edilizia residenziale pubblica; 6. Le requisizioni; 7. La lotta al nero; 8. I dati sulla precarietà abitativa

* Dalle ore 19 fino alle ore 24: CENA SOCIALE. Presso il Circolo ARCI del quartiere di Colognola di Bergamo in via Rampinelli,10 (a cura dei Giovani Comunisti). 15 euro a persona. Per prenotazioni: 349.5120487 (Giudi), 333.9409317 (Tacco)

Durante la serata proietteremo la registrazione del programma televisivo sul tema della “emergenza abitativa e sugli sfratti” andato in onda su Rai Uno nella trasmissione TV7 a cura di Maria Silvia Santilli. Il servizio è stato realizzato con la collaborazione dell’Unione Inquilini di Bergamo ed è stato girato durante alcuni picchetti anti-sfratto a Trescore e a Bergamo

Unione Inquilini Bergamo, le nostre precedenti info: qui


(15.03.13) TREVIGLIO. “LA FIOM SIAMO NOI”. INCONTRO PROMOSSO DALLA “RETE RESISTENZE OPERAIE”

* Venerdì 15 marzo, ore 21.00, presso circolo Arci, località Battaglia (parcheggio Bianchi)

Dibattito e proiezione del documentario autoprodotto “Viaggio nella base dei metalmeccanici. Il sindacato visto dalla base”.

Intervengono: ANDREA PADERNO (delegato Same), SERGIO BELLAVITA (Fiom nazionale). Sarà presente l’autore del documentario GIULIANO BUGANI

La serata è a sottoscrizione per le spese legali sostenute per la denuncia Cisl sui fatti delle uova.

Locandina: QUI


(13.03.13) PONTERANICA. IL SINDACO SFRATTA ANCHE GLI ITALIANI. MOBILITIAMOCI PER DIFENDERE LA CASA DI ALEX

* Mercoledi 13 marzo dalle ore 9.00,PRESIDIO SOLIDALE ANTISFRATTO, via Leone XIII n. 5 a Ponteranica

Alex vive in una casa popolare di proprietà del Comune di Ponteranica che l’ha assegnata ai genitori più di 15 anni fa. Dopo la morte dei genitori Alex è subentrato come assegnatario dell’alloggio.

Alex ha lavorato per tanti anni come muratore. Nel 2009 è stato licenziato ma non ha più trovato alcuna occupazione. A causa della disoccupazione le sue disponibilità economiche si sono azzerate impedendogli di pagare l’affitto dell’appartamento, con conseguente avvio, da parte del Comune, delle procedure di sfratto per morosità. La procedura di sfratto è giunta alla sua conclusione e il comune ha chiesto l’esecuzione dello sfratto con l’utilizzo della forza.

Alex si è rivolto ai Servizi sociali per chiedere un aiuto ma ha ricevuto soltanto alcuni buoni per fare la spesa gratis ai supermercati del paese.

Dopo il rifiuto da parte del sindaco di un piano per rientrare dal debito, Alex si è rivolto all’Unione Inquilini per essere aiutato ad uscire da questo incubo.

Mercoledi 13 Marzo l’ufficiale giudiziario, che ha rinviato già una volta lo sgombero, tenterà di eseguire lo sfratto con l’ausilio della forze di polizia.

Nel pieno dell’emergenza sfratti, abbiamo l’ennesimo caso di una Amministrazione comunale che invece di prestarsi per alleviarla, decide di aggravarla sfrattando le persone dalle case popolari di cui è proprietaria.

Questo comportamento dell’Amministrazione di Ponteranica è assolutamente inqualificabile, ma purtroppo in piene sintonia con gli indirizzi del precedente governo che di fronte all’emergenza sfratti ha messo tutto il suo impegno per togliere il sostegno all’affitto e per mettere a disposizione le forze dell’ordine per sgomberare la gente.

In attesa che si costituisca un nuovo governo, chiediamo alla Prefettura di Bergamo che gli sfratti siano sospesi almeno nel periodo invernale per dare modo alle autorità preposte e alle parti sociali di concordare un meccanismo che consenta agli sfrattati il passaggio da casa a casa.

Nel frattempo l’Unione Inquilini non lascerà solo Alex e, insieme e i volontari delle associazioni di mutuo soccorso, invita alla mobilitazione per fermare questo sfratto.

Mercoledi 13 Marzo invitiamo tutte le persone solidali al presidio che avrà inizio dalle ore 9.00 fuori dalla casa di Alex, in via Leone XIII n. 5 a Ponteranica.

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


Buon 8 Marzo a tutte le compagne. E anche il 9, il 10, l’11…

(18.03.13) TRESCORE BALNEARIO. INCONTRO PUBBLICO SULL’EMERGENZA SFRATTI IN VALCAVALLINA E DINTORNI

Per fare il punto sulla situazione casa e per in confronto con gli enti locali sulle politiche per rispondere all’emergenza sfratti, l’Unione Inquilini - unitamente alle associazioni impegnate nel territorio per il diritto alla casa - ha indetto un incontro pubblico per lunedì 18 marzo, alle ore 20.45 presso la Sala del Centro Anziani (v. Lotto) a Trescore Balneario. Sono invitate le organizzazioni sindacali, le amministrazioni comunali, il Consorzio Servizi Valcavallina, le associazioni del volontariato, le forze politiche, le persone e le famiglie sotto sfratto. (per comunicazioni: tel. 338.9759975 - Sportello Sociale Autogestiito San Paolo d’Argon e Media Valcavallina)

Emergenza sfratti , le nostre precedenti info: qui




Hugo Rafael Chávez Frías

Sabaneta, 28 luglio 1954

Caracas, 5 marzo 2013


« Pagina precedentePagina successiva »