(28.03.13) VALCAVALLINA. INCONTRO PER FARE IL PUNTO SULLA MOBILITAZIONE ANTISFRATTO E SULLE PROSSIME SCADENZE

* Giovedì 28 Marzo, ore 19.00, presso sede Rifondazione Comunista a Borgo di Terzo, via Rivolta 1 (scalinata di fronte alla farmacia di via Nazionale)

Sono invitati gli attivisti dell’Unione Inquilini e le famiglie sotto sfratto, per coordinare le mobilitazioni e i presidi antisfratti del prossimo mese nella zona Trescore-Calcinate

Per info: 339.7728683 (fabio-Unione Inquilini Bg) oppure 338.9759975 (maurizio - Sportello Sociale autogestito Valcavallina)

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(04.04.13) CASTELLI CALEPIO. INIZIATIVE ANTISFRATTO IN VALCALEPIO

Questa mattina, giovedì 4 aprile, era programmato a Castelli Calepio, in via Marconi 39/c lo sfratto della famiglia di N.T. Per la seconda volta, grazie all’impegno dei volontari dello sportello sociale di Castelli Calepio, siamo riusciti ad ottenere un rinvio (questa volta fino al 28 giugno).
Sono intervenuti, insieme all’ufficiale giudiziario, i carabinieri di Grumello del Monte. Però nei giorni precedenti avevamo gestito una trattativa con il proprietario ed il suo avvocato giungendo ad un accordo che ha consentito di ottenere il rinvio.
Dobbiamo rimarcare ancora una volta il completo disinteresse delle istituzioni, in questo caso il comune di Castelli Calepio, che si è dichiarato da subito di non voler occuparsi della vicenda che riguarda una famiglia con 2 figli minori, un bimbo di 8 anni ed una bimba di un anno.
Per fortuna esiste uno sportello sociale che si sforza di non lasciare soli in queste vicende le persone così pesantemente colpite dalla crisi. Certo è impossibile risolvere tutti i casi (ormai sono tantissimi) ma con l’autoorganizzazione e la partecipazione qualche risultato possiamo ottenerlo.
La settimana prossima sono previsti altri 2 sfratti:
- Lunedì 8 Aprile ore 9,00: famiglia A.M. Castelli Calepio, Via Carletti 19 - con moglie e 2 figli minori
- Mercoledì 10 Aprile ore 9,00: famiglia L. S. Adrara S. Martino, via Fornace 10 con moglie e 2 figli minori (figlia 5 anni – figlio 11 mesi)

Stiamo ancora trattando con i proprietari ed i comuni ma in questi casi le trattative appaiono molto più difficili.
Invito già da ora tutti coloro che sono disponibili ad organizzarsi per partecipare.
Inoltre vi ricordo che lo sportello sociale della Valcalepio è aperto tutti i lunedì dalle ore 19,00 alle ore 20,30 presso la sede di via Roma , 21 a Tagliuno.
Il prossimo incontro è lunedì 8 aprile ore 19,00. (Claudio Sala, Sportello sociale-Valcalepio, per comunicazioni tel.333-8737525)

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(23.03.13) VALSUSA. FOTO DALLA MANIFESTAZIONE NO TAV. LO SPEZZONE DI RIFONDAZIONE COMUNISTA (studio photo graphics): QUI

No Tav, le nostre precedenti info: qui

(23.03.13) VALSUSA. “DIFENDI IL TUO FUTURO”. MANIFESTAZIONE NO TAV

* Sabato 23 marzo, ore 14, dalla Piazza d’Armi di Susa a Bussoleno

Invitiamo tutti e tutte a manifestare contro questo scellerato progetto che con il passare del tempo, l’avanzata della crisi economica nazionale e internazionale, diviene sempre più inutile e insostenibile, non solo per il nostro territorio ma per tutto il Paese.

Sabato 23 marzo, pullman anche dai paesi della Valcavallina. Chi vuole venire alla manifestazione con noi, prenotarsi chiamando il numero 338.9759975. Partenza dalle ore 8.30 da Casazza e poi Borgo di Terzo, Luzzana, Trescore, San Paolo d’Argon etc.. Oppure ore 9.30 a Bergamo-Piazzale Malpensata. Costo: 15 Euro. Ritorno alle ore 22.00 circa

NO TAV, le nostre precedenti info: qui

(25.03.13) CASTELLI CALEPIO. ASSEMBLEA SU EMERGENZA CASA E LOTTA AGLI SFRATTI

Lunedi 25 Marzo, ore 19.00, presso sede Rifondazione Comunista della Valcalepio, via Roma 21, frazione di Tagliuno di CASTELLI CALEPIO

Assemblea straordinaria degli attivisti dell’Unione Inquilini e delle famiglie sotto sfratto dedicato alle iniziative da intraprendere per contrastare i casi di sfratto previsti nei prossimi giorni in Valcalepio ed a difesa del diritto alla casa. Questi gli sfratti di cui siamo a conoscenza e che siamo impegnati a contrastare:

* Giovedì 4 Aprile: famiglia N.T. Castelli Calepio, via Marconi, marito e moglie con 2 figli minori (figlio 8 anni – figlia 1 anno)

* Lunedì 8 Aprile: famiglia A.M. Castelli Calepio, Via Carletti, marito e moglie e 2 figli minori

* Mercoledì 10 Aprile: famiglia L. S. Adrara S. Martino, via Fornace, marito e moglie e 2 figli minori (figlia 5 anni – figlio 11 mesi)

Per info: 339.7728683 (fabio) oppure 333.8737525 (claudio)

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(18.03.13) CALCINATE. DAL PRESIDIO ANTISFRATTO DI VIA CIRCONVALLAZIONE 11

Da L’Eco di Bergamo 19.03.12: “IL COMUNE MEDIA: SFRATTO RINVIATO. Doveva essere eseguito ieri mattina lo sfratto di una appartamento di Via Circonvallazione Ponente, a Calcinate, abitato da una famiglia con due minori, non più in grado di pagare l’affitto. A difesa degli inquilini si sono però presentate circa 25 persone, tra amici e rappresentanti dell’Unione Inquilini, dell’associazione “Diamo una mano” e dello Sportello sociale autogestito di San Paolo d’Argon. Sul fronte opposto l’ufficiale giudiziario, le forze dell’ordine e i proprietari, quest’ultimi decisi a rientrare in possesso del loro bene, per il quale continuano a pagare le spese, a fronte del amncato introito dell’affitto. Decisiva la mediazione del Comune e del sindaco Gianfranco Gafforelli, che si è impegnato, a nome dell’amministrazione, a pagare due mesilità di affitto, a patto che l’immobile venga poi lasciato libero per fine maggio.” [Va solo precisato che l'accordo è stato raggiunto dopo non meno tre ore di discussioni e "sclerate" del sindaco e conseguentemente anche nostre, durante le quali tanto l'ufficiale giudiziario e le forze dell'ordine quanto i compagni del picchetto sono rimasti sotto la neve e al freddo. Nei giorni precedenti l'accordo non si era potuto raggiungere perché il sindaco non ci aveva ricevuto. Comunque è bene quel che finisce bene... si fa per dire! - ndr.]

Le foto di stamattina (studio Photo Graphics): QUI

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(18.03.13) CALCINATE e TRESCORE BALNEARIO UNA GIORNATA DI MOBILITAZIONE CONTRO GLI SFRATTI E PER IL DIRITTO ALLA CASA

* Calcinate, ore 8.30 di lunedì 18 marzo: PRESIDIO ANTISFRATTO in via Circonvallazione Ponente 11
* Trescore Balneario, ore 20.45 di lunedì 18 marzo, presso Sala Centro Anziani di Via Lotto, ASSEMBLEA PUBBLICA sull’emergenza sfratti in Valcavallina e dintorni

Lo scorso 4 marzo a Calcinate l’ufficiale giudiziario si era presentato con le forze dell’ordine decise a sgomberare l’appartamento dove vive la famiglia di Larbi. Ma il presidio antisfratto, particolarmente partecipato, ha resistito allo sgombero e ha richiesto con forza di trovare una soluzione abitativa alternativa per la famiglia su cui incombe la sentenza di sfratto.
In queste due settimane di proroga della sfratto, le associazioni che stanno collaborando con l’Unione Inquilini non hanno lasciato nulla di intentato per evitare che una famiglia con minori – di cui uno gravemente malato di anemia - finisca per strada, ma l’Amministrazione comunale di di Calcinate, nella persona del sindaco Gafforelli, ha negato ogni collaborazione. Di questa vicenda l’Unione Inquilini ha informato e chiesto l’intervento del Prefetto di Bergamo.
Lunedì 18 marzo è previsto di nuovo lo sgombero della famiglia di Larbi. Alle ore 8.30 è stato pertanto convocato di nuovo il presidio antisfratto a Calcinate in via Circonvallazione Ponente n. 11, perché è inaccettabile che una famiglia sia sfrattata senza che abbia una soluzione abitativa alternativa anche solo d’emergenza.
Nella serata sempre di lunedì 18 marzo, alle ore 20.45, a Trescore Balneario nel salone del Centro Anziani di Via Lotto, si terrà l’assemblea pubblica promossa dall’Unione Inquilini a cui sono invitate le forze sociali, politiche e sindacali, nonché le Amministrazioni comunali di Trescore e del circondario per discutere dell’emergenza casa nel territorio e per un confronto sulla ricerca di soluzioni al grave problema degli sfratti che anche in Valcavallina si stanno moltiplicando. (Bergamo, 16.03.13, Fabio Cochis, segretario Unione Inquilini Bergamo, tel. 339.7729683)

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(23.03.13) VALSUSA. “DIFENDI IL TUO FUTURO”. MANIFESTAZIONE NO TAV

* Sabato 23 marzo, ore 14, dalla Piazza d’Armi di Susa a Bussoleno

L’APPELLO. Ancora una volta invitiamo tutti e tutte a manifestare contro questo scellerato progetto che con il passare del tempo, l’avanzata della crisi economica nazionale e internazionale, diviene sempre più inutile e insostenibile, non solo per il nostro territorio ma per tutto il Paese.
Su un punto vogliamo essere chiari, quest’opera, nonostante il battage pubblicitario che la circonda, fa sempre più acqua da tutti i punti di vista e soprattutto, man mano che si delineano le fantasiose tempistiche dei fan del tav, si conosce sempre più a fondo la reperibilità dei fondi per la sua realizzazione.
Quello di cui Governo e tifosi vari non parlano mai è l’essenza del finanziamento necessario per la Torino Lione, tutto ed esclusivamente pubblico, ovvero sottratto ad altri settori per essere spostato su questo binario morto.
I soldi delle nostre tasse sono l’unica fonte di finanziamento esistente e necessariamente, ancor piú in un momento storico del genere, ciò significa spostare ingenti somme di denaro dalla sanità, dalla scuola e dai servizi sociali, per finanziare quella che ormai è la cassaforte, con relativo bancomat, del sistema dei partiti.
A fronte di un’inutilità evidente, la Torino Lione è divenuta un simbolo della politica che vuol mettere a tacere un movimento popolare come quello NOTAV che Resiste da oltre vent’anni trovando sempre più consenso all’interno di una società che, svegliatasi dal torpore quotidiano e vivendo sulla propria pelle sacrifici e politiche di austerità a senso unico, ci sostiene sempre di più.
Contro di noi non c’è colore politico, ci sono cori di corvi che gracchiano per sconfiggerci e metterci a tacere, spaventati che il seme della Valle che Resiste si moltiplichi in altri territori e in altre comunità.
Lo Stato si è di fatto costituito parte civile contro di noi senza vergogna, accusandoci e incarcerandoci con l’intento di piegarci e sottrarci quel consenso che invece sentiamo sempre più crescere intorno alla nostra lotta. Processi in aule bunker, richieste di danni incalcolabili, provvedimenti atti a limitare la nostra libertà di movimento sono il corollario del confronto che questi signori hanno con la popolazione e che si vanno ad aggiungere alla giá insopportabile militarizzazione del territorio e all’arte della menzogna quotidiana.

È contro la truffa del secolo che chiamiamo alla mobilitazione in prima persona, invitando quanti hanno a cuore il proprio futuro e quello dei propri figli a partecipare il 23 Marzo alla manifestazione popolare che partirà da Susa e arriverà a Bussoleno. Il Movimento Notav.

Chi vuole venire alla manifestazione con noi: tel. 338.9759975

NO TAV, le nostre precedenti info: qui

Pagina successiva »