(25.02.13) CALCINATE. CI SON LE ELEZIONE E ANCHE LA NEVE, MA GLI SFRATTI NON SI FERMANO

* 25 febbraio, ore 8.30, presidio antisfratto a Calcinate in via Circonvallazione 11

L’appuntramento antisfratto di lunedì 25 febbraio riguarda  la famiglia di Larbi, uno dei tanti sfratti di cui l’Amministrazione comunale di Calcinate vuole lavarsi le mani. Altri sfratti - addirittura 4 o 5 - sono previsti a Trescore Balneario nella giornata di mercoledì 28 febbraio (comunicheremo appena possibile tutti i riferimenti). Ma non è tollerabile che la gente venga sbattuta per strada. Per questo ancora una volta invitiamo alla solidarietà e alla mobilitazione. (A cura “Sportello sociale autogestito - San Paolo d’Argon”)

Per comunicazioni e per contribuire alle mobilitazioni antisfratto: tel. 339.7728683 - Fabio

Sfratti, le nostre precedenti info: qui


(22.02.13) SAN PAOLO D’ARGON. COME ANDARONO DA NOI LE ELEZIONI REGIONALI DEL 2010

Nelle precedenti elezioni regionali del 2010 il candidato presidente della regione Roberto Formigoni a San Paolo d’Argon ottenne il 73,65% (1856 voti) dei voti validi. Praticamente un plebiscito. A sostenerlo vi erano il partito del Popolo della Libertà (708 voti pari al 30.81%) e la Lega Nord (1040 voti pari al 45.26%). Nel corso di questi pochi anni il Celeste  e un numero decisamente ragguardevole di personaggi della sua maggioranza, sia del Pdl sia della Lega Nord, sono stati travolti da un numero impressionante di scandali, che hanno portato allo scioglimento del consiglio regionale e alle elezioni anticipate. E’ finito nel mirino della magistratura anche il bergamasco super-assessore regionale – poi dimissionario - Marcello Raimondi, che a San Paolo fu di gran lunga il più votato di tutti i candidati consiglieri regionali delle varie liste (119 voti personali). Contraltare del Celeste, vi era nel 2010, il candidato presidente Filippo Luigi Penati che, sostenuto dalle liste del centro sinistra, nel nostro paese raccolse solo il 15,99 % (408 voti), quasi cinque volte meno di Formigoni. Come noto, anche Penati dopo il 2010 è stato travolto dagli scandali. “L’Alternativa-San Paolo d’Argon” sostenne allora il candidato presidente Vittorio Emanuele Agnoletto, che nel corso della campagna elettorale denunciò - con particolari competenza e passione - gli sprechi di denaro pubblico, nonché il malgoverno e il malcostume imperanti nell’istituto di governo regionale. A votare Agnoletto furono solo 56 sanpaolesi (2,22 %), i quali però hanno potuto in questi due anni e mezzo avere la soddisfazione di non aver dato il loro voto a persone che poi sono state raggiunte da avvisi di garanzia o magari addirittura arrestate peraltro per questioni abbastanza ignobili. “L’Alternativa-San Paolo d’Argon” per le elezioni regionali di domenica 24 e lunedì 25 febbraio, che si tengono in contemporanea con le politiche, invita a votare la lista “Etico! A sinistra per un’altra Lombardiia”.
Elezioni regionali della Lombardia 28.03.10, il voto a San Paolo d’Argon: qui

Elezioniregionali 2013. Le nostre precedenti info: qui