(08.01.13) MARTINENGO. RIMANDATO LO SFRATTO DI FATIMA. IL COMUNE PER LA PRIMA VOLTA INCONTRA IL COLLETTIVO ANTISFRATTO

L’Ufficiale giudiziario questa mattina non si è presentato per l’esecuzione dello sfratto nei confronti di Fatima e della sua famiglia, sfratto che è stato pertanto rimandato. L’Amministrazione comuale, per la prima dopo mesi e mesi di mobilitazioni a Martinengo, nelle persone di un assessore e del comandante della polizia comunale, ha incontrato una delegazione del presidio antisfratto guidata da Fabio Cochis, segretario provinciale dell’Unione, ed ha accettato di aprire un tavolo di confronto su questo sfratto e sui casi delle altre famiglie che il comune vuole sfrattare dagli alloggi comunali. Il banco di prova di questa prima dichiarazione di disponibilità del comune ad operare per garantire il diritto alla casa e di prendersi cura delle persone sfrattate sarà già venerdì 11 gennaio, giorno in cui è prevista l’esecuzione dello sfratto di un’altra famiglia che vive nelle case comunali. E davanti alla casa di Sami, in via Colleoni 7 a Martinengo, è già stata indetta la prossima mobilitazione antisfratto, dalle ore, 8.30 di venerdì 11 gennaio. Ricordiamo che nello stesso giorno, in contemporanea ci sarà anche un secondo presidio antisfratto, a Calcinate, in via della Circonvallazione 11. Per entrambe le mobilitazioni facciamo appello alla solidarietà e partecipazione. (per comunicazioni, c/o Unione Inquilini Bergamo tel. 339.7728683-fabio)

ALTRE FOTO DAL PRESIDIO DI STAMATTINA (studio photo graphics): QUI

Sfratti, le nostre precedenti info: qui