(30.09.12) SAN PAOLO D’ARGON. AVANTI CON LA RACCOLTA FIRME PER IL REDDITO MINIMO GARANTITO

Alcuni giorni fa Bergamonews.it ha ripreso il nostro articolo in cui si informavano i nostri concittadini che al Municipio di San Paolo d’Argon si può firmare la legge di iniziativa popolare per il “reddito minimo garantito”. Numerosi post - pro e contro - stanno commentando e discutendo nella testata on-line questa proposta, finora poco conosciuta e poco pubblicizzata. Noi riteniamo un obiettivo qualificante quello di garantire a tutte e tutti (disoccupati, precari, giovani, senza reddito…) la disponibilità di un reddito minimo (600 euro al mese, da aumentare secondo il numero dei familiari a carico) per evitare di consegnare - in questa fase di crisi e di regolamentazione - allo sfruttamento più disumano chi è alla ricerca di un lavoro ed è costretto in molti casi - anche nella nostra zona - a lavorare addirittura per meno di tale reddito comunque irrisorio (le modalità e le regole per l’erogazione del “reddito minimo garantito” sono illustrate nel sito nazionale della campagna). Stamattina a San Paolo d’Argon anche i nostri amici di Sinistra Ecologia Libertà hanno fatto un banchetto per la raccolta firme, purtroppo senza averlo pubblicizzato. Comunque in Municipio a San Paolo d’Argon è possibile firmare anche nelle prossime settimane. A chi vuole partecipare alla campagna ed estenderla anche agli altri paesi della zona (con banchetti o invitando i cittadini a firmare nei rispettivi municipi) può mettersi in contatto con noi, per i moduli e per i materiali informativi, telefonando al 338.7268790 (luca) oppure inviando mail ad alternainsieme@yahoo.it.


(30.09.12) SAN PAOLO D’ARGON. GIA’ CHIUSO IL RISTORANTE DELLA FLORIAN MAISON ALLA CASCINA FONTANINO

Aperto e inaugurato nella primavera scorsa il ristorante Florian Maison, che doveva essere dedicato all’alta cucina, ha già chiuso i battenti e la (probabilmente) cinquecentesca cascina Fontanino, abbattuta interamente e ricostruita più grande e più antica, è rimasta di nuovo disabitata in mezzo al suo grande prato ancora incolto. “Un’impresa fulminea”, ha dichiarato la nostra simpatica (e stracarina!) amica S.A. che abbiamo incontrato alla posta. La chiusura del ristorante ha gettato nella costernazione molti operai della vicina Lediberg, i numerosi precari che lavorano nelle aziende industriali, artigianali e commerciali della zona industriale, nonché gli impiegati, bancari, insegnanti e altri ancora che non sanno più dove andare a mangiare nella pausa pranzo e rimpiangono amaramente la Florian Maison dove si poteva pasteggiare con meno di 120 euro alla volta (sic!). Ci auguriamo ora che la Florian Maison possa riaprire al più presto secondo i progetti che furono approvati negli anni scorsi pure dall’amministrazione comunale, e cioè un agriturismo dedicato i prodotti agricoli del posto (a San Paolo d’Argon non ce ne sono ancora), con una trattoria popolare - soprattutto nei prezzi.

Cfr. anche Alternainsieme.net 20.03.12, e la nostra scheda sulla Cascina Fontanino: qui