(01.07.12) SAN PAOLO D’ARGON. A CHE PUNTO E’ IL RESTAURO DELL’EX MONASTERO BENEDETTINO

* Sfasciato il parco ad est; compare un seminterrato a sud

Un ennesimo convegno al Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo ha celebrato nelle scorse settimane il cosiddetto restauro del nostro ex Monastero benedettino. A fare gli onori di casa è stata direttamente la cooperativa Ikaros della Compagnia delle Opere che sarà di fatto la beneficiaria della struttura di proprietà della Curia, il cui restauro ha assorbito anche non pochi fondi pubblici. Avremo modo di parlarne in altra occasione. Nella breve ricognizione al Monastero che abbiamo fatto nei giorni scorsi siamo potuti entrare anche dalla parte est essendo tutto aperto e senza alcun cartello di divieto (i cantieri in stato avanzato di solito tendono alla sciatteria). Il parco che qui si trova (”giardino” nel cabreo del 1729) risulta ampiamente sfasciato, come testimoniano le immagini [foto 1 - 2 - 3 - 4 - 5]. Forse il bel parco si potrà risistemare di nuovo, ma una parte del terreno è stata occupata da impianti tecnologici [1 - 2]. Ampi movimenti di terra sono in corso anche a sud, verso la scuola materna e il nuovo oratorio. Risulta compromesso il terrazzamento con i caratteristici cipressi [1 - 2], mentre fa la sua comparsa un seminterrato, forse dei box o latri impianti tecnologici [1 - 2 - 3 - 4], che non avevamo visto nel progetto ufficiale depositato qualche anno fa. Le normative specifiche - come è noto - prevedono ampie deroghe e ampia discrezionalità a vantaggio dei beni designati al culto.

Foto 01.07.12: QUI

Restauro ex Monastero, schede: QUI. Altre schede info di storia locale: QUI


(04.07.12) CLUSONE. FERMIAMO LO SFRATTO DELLA FAMIGLIA DI MAATI EL OMARI

Alle ore 9 di mercoledì 4 luglio a Clusone è prevista l’esecuzione dell’ennesimo sfratto per morosità nei confronti della famiglia di un lavoratore disoccupato, con moglie e 3 figli minorenni.
Infatti per la famiglia di Maati il Comune di Clusone non ha previsto alcuna soluzione alternativa per l’alloggio. Per questo motivo Maati rischia di finire in mezzo ad una strada mentre la moglie e i figli affidati ad un dormitorio per poveri.
Gli sfratti nel 2011 sono stati 1.234 in tutta la provincia di Bergamo. La situazione è gravissima ma i comuni stanno facendo poco o nulla.
Anche per queste ragioni mercoledi 4 luglio a partire dalle ore 9 saremo in via Sant’Alessandro n. 40 a Clusone (Bg), per un PRESIDIO in solidarietà della famiglia sfrattata. Ci saremo per chiedere che il Comune e la Prefettura intervengano, in questo caso come in tutti gli altri numerosi sfratti previsti in bergamasca, perché le persone non possono essere lasciate sole.
Unione Inquilini, Via Borgo palazzo 84/G Bergamo
Gli uffici sono aperti: lunedi e venerdi dalle ore 10 alle ore 12; mercoledi dalle ore 17 alle ore 19.

  • Unione Inquilini Bergamo, precedenti info: QUI