(19.04.12) MARTINENGO. UN’ALTRA FAMIGLIA RISCHIA DI FINIRE IN STRADA. IL SINDACO FERMI LO SFRATTO, SAREBBE UN GESTO DI SOLIDARIETA’. LA SOCIETA’  SOLIDALE SI MOBILITI

Il 19 Marzo si è tenuto un presidio anti-sfratto a Martinengo per evitare che la famiglia di Sami, negoziante rovinato dalla crisi economica, venisse sbattuta in mezzo alla strada senza alternative abitative.
La folta partecipazione ha obbligato l’ufficiale giudiziario e l’amministrazione comunale a rinviare l’esecuzione dello sfratto al prossimo Giovedi 19 aprile.
La famiglia del negoziante, nella quale vivono due figli minorenni, abita in Italia da oltre vent’anni e aveva ottenuto da circa quattro anni l’assegnazione in una casa popolare di proprietà del Comune. Purtroppo l’Amministrazione leghista vuole ora sfrattare Sami, nonostante paghi regolarmente i canoni di affitto, per poter vendere l’alloggio a privati.
Il dramma di Sami non è un’eccezione. Purtroppo anche a Martinengo assistiamo ad un aumento degli sfratti per morosità incolpevole e all’aggravarsi della emergenza abitativa. Cresce la richiesta di accedere ad alloggi popolari ma l’offerta è decisamente incapace di rispondere al bisogno.
Pesano sulle famiglie in difficoltà i nefasti risultati di una incapacità amministrativa nell’affrontare l’emergenza sociale determinata dalla crisi economica.  In particolare è sicuramente una scelta scellerata quella che il sindaco della Lega Nord sta perseguendo da alcuni anni: vendere la decina di alloggi di proprietà comunale, alcuni ancora abitati, per rimpinguare il bilancio economico della amministrazione comunale.
Il patrimonio abitativo pubblico potrebbe rappresentare un prezioso strumento per intervenire a calmierare la difficile situazione abitativa di molte famiglie. Invece si sceglie semplicemente di abbandonare a se stesse le persone colpite dalla crisi economica.
In una situazione si estrema emergenza diventa necessaria una azione straordinaria. Chiediamo a tutti i cittadini democratici e solidali di partecipare al presidio organizzato giovedi 19 aprile a partire dalle ore 8.30 davanti alla casa di Sami a Martinengo in via Colleoni n. 7.
“Non ce la sentiamo di abbandonare anche noi questa famiglia alla strada”
dichiara Fabio Cochis, segretario del Unione Inquilini “rischiamo, come succede sempre più spesso, che si accampino in qualche casolare abbandonato nella periferia del paese oppure che si riducano a dormire in automobile. I figli studiano  nelle scuole di Martinengo, la famiglia è conosciuta e stimata da tanti commercianti e cittadini del Paese. Chiediamo che la parte solidale e generosa del paese si mobiliti per fermare lo sfratto e chiediamo alla amministrazione comunale che offra una alternativa alla famiglia di Sami”.  (Unione inquilini, 339.7728683)

Unione Inquilini Bergamo, precedenti info: qui


(21.04.12) ALME’. INCONTRO CON GIOVANNI IMPASTATO

* Sabato 21 aprile, ore 16.00, Sala civica di Almé

Moderano l’incontro: Daria Pavlova e Michele Zatelli

Diceva Bertold Brecht: “Quando l’ingiuszia diventa legge, resistere è un obbligo”. Circondati dalla Mostra dedicata alla Resistenza Partigiana, voluta dalla “Tavola della Pace” e dall’ “ANPI ValBrembana” alcuni studenti interrogano Giovanni Impastato, fratello di Peppino, sulla “sua” resistenza. Un momento prezioso di impegno e condivisione, anche generazionale, a cui non mancare.

Locandina: QUI


(18.04.2012) BERGAMO. 13° CONGRESSO UNIONE INQUILINI. CONGRESSO PROVINCIALE DI BERGAMO

* Bergamo, mercoledì 18 aprile, ore 20.30, c/o sede provinciale del sindacato - via Borgo Palazzo 84/G - info tel. 339.7728683

Interviene: Bruno CATTOLI (segretario regionale)

Contro gli sfratti per morosità e i canoni in nero
Contro vendita delle case popolari e abolizione dei canoni sociali

Costruiamo movimento per il diritto alla casa e per un affitto equo

Le tesi congressuali: QUI [il Congresso nazionale dell'Unione Inquilini si terrà a Chianciano il 4, 5 e 6 maggio prossimi]

Unione Inquilini Bergamo, le nostre precedenti info: qui