(06.04.12) SAN PAOLO D’ARGON. L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MONTELLO HA VOTATO PER TIRARSI IN CASA GLI INCENERITORI. QUELLE DI SAN PAOLO D’ARGON E DEGLI ALTRI PAESI SE NE SONO LAVATE LE MANI

Il 3 aprile scorso il consiglio comunale di Montello a maggioranza ha tolto dal Piano di Lottizzazione della Montello Spa il divieto di smaltire i rifiuti tramite inceneritori, aprendo così la porta ad eventuali impianti di questo tipo.
Ricordiamo che la Montello Spa in varie occasioni ha espresso la propria intenzione di voler progettare e realizzare un impianto di incenerimento!
Il consiglio comunale di Montello, caso più unico che raro in tutta Italia, col voto di martedì 3 aprile (9 consiglieri contro 3) ha così espresso la propria disponibilità a tirarsi in casa un inceneritore, le cui ricadute negative per la salute e per l’ambiente andranno però oltre i confini comunali.
Le aree della Montello Spa, in particolare, si trovano proprio a ridosso del territorio del comune di San Paolo d’Argon, a breve distanza del nostro centro abitato e adiacenti al polo agro-alimentare della Bonduelle di via Bergamo.
“L’Alternativa - San Paolo d’Argon” aveva chiesto nelle scorse settimane all’Amministrazione comunale di San Paolo d’Argon di intervenire nei confronti del Comune di Montello a tutela del nostro territorio.
L’unico atto del Comune di San Paolo d’Argon è stato quello di delegare, insieme agli altri comuni dell’Unione dei Colli, il Sindaco di Cenate Sotto che poi si è limitato a rilasciare dichiarazioni confuse e insignificanti. Giustamente il comportamento dei comuni dell’Unione dei Colli è stato definito “pilatesco”.
Quanto ai tre gruppi presenti nel Consiglio Comunale di San Paolo d’Argon (la maggioranza de “L’Alveare” e le minoranze della Lega Nord e del Pdl-Vivi San Paolo) si sono comportati come le tre scimmiette che non vedono, non sentono, non parlano.
Il nostro territorio vede già la presenza di numerosi impianti a forte impatto ambientale e di numerose fonti di inquinamento.
Ora si aggiunge il rischio sempre meno improbabile di un inceneritore, dal momento che il comune di Montello ha rinunciato all’unico strumento urbanistico che poteva fermare questa eventualità.
Per contrastare questa prospettiva, di fronte all’atteggiamento irresponsabile del Comune di Montello e dei comuni vicini, invitiamo i cittadini di San Paolo d’Argon e degli altri paesi alla vigilanza e alla partecipazione.
(06.04.12 - L’Alternativa/San Paolo d’Argon)

  • Mercoledì 11 aprile, alle ore 21, a Montello, presso il Centro Polifunzionale di via Sant’Antonino 7 (di fianco alle scuole elementari), si terrà l‘INCONTRO PUBBLICO per confrontarci sulle iniziative da intraprendere. Sono invitati i cittadini di Montello e dei comuni limitrofi, associazioni e forze politico-sociali impegnate per la difesa dell’ambiente e della salute.

Inceneritore a Montello? le nostre precedenti info: qui