(10.04.12) LA LEGA VUOL FARE PULIZIE? ALLORA SI TOLGA DI MEZZO TUTTA CHE DI DANNI NE HA GIA’ FATTI ABBASTANZA!

Riceviamo e pubblichiamo il contributo del nostro compagno Alberto Scanzi, portavoce della Federazione della Sinistra di Bergamo (martedì scorso Alberto è stato a San Paolo d’Argon per presentare il libro sul Campo di concentramento di Bergamo di cui è coautore: cfr. qui)

L’iniziativa di Bergamo per ” l’orgoglio leghista” con le parole d’ordine “pulizia,pulizia,pulizia”
non è affar nostro né è nostra intenzione immischiarci negli affari interni di altri partiti o movimenti, ma siccome quanto è successo nelle vicende finanziarie della Lega riguarda i soldi degli italiani e le stesse istituzioni democratiche (quindi tutti noi ) mi permetto fare alcune considerazioni.
Oggi la Lega tuona dall’opposizione dopo anni di Governo dove non ha realizzato nulla di quanto promesso, escluse le buffonate dei ministeri al Nord; Bossi ha anche minacciato di far cadere la maggioranza PdL-Lega in Regione Lombardia a causa di troppi scandali, ma appena è stato indagato un vicepresidente Leghista ha immediatamente smorzato i toni.
Il sindacato padano esiste realmente o invece è stato una “bufala” con la quale si sono presi in giro dei lavoratori che in perfetta buona fede avevano creduto in quel progetto? Nella realtà pare sia stata una specie di pozzo di S.Patrizio a cui alcuni pochi potevano attingere.
Dopo avere tuonato ancora contro Roma farabutta il capo ora deve fare i conti con altre rivelazioni che lo coinvolgono per operazioni “in nero” fatte da suoi amministratori.
Purtroppo sui giornali, grazie anche a questa manifestazione, pare che Bergamo e la sua Provincia sia composta per lo più da leghisti. Non è così e d’altra parte Bergamo non ha mai avuto un Sindaco leghista e se è vero che vi è un Presidente della Provincia della Lega la stragrande maggioranza dei cittadini non è di questo orientamento.
I bergamaschi per la loro maggioranza sono cittadini che hanno sempre combattuto contro le posizioni settarie, antimeridionaliste e anti immigrati della Lega ; questa è la provincia e la città dei 200 garibaldini che hanno fatto l’Unità d’Italia, dei Francesco Nullo che hanno sacrificato la vita in terra straniera per un’ideale di fratellanza e di libertà, dei Giorgio Paglia medaglia d’oro della resistenza, del giovane Ferruccio Dell’Orto, dei Don Seghezzi e dei numerosi antifascisti, che aiutarono i prigionieri e gli ebrei negli anni bui del fascismo. Questa è la provincia che ha dato i natali a Papa Giovanni XXIII e la città nella quale Palmiro Togliatti nel marzo del 1963 invitava al dialogo comunisti e cattolici nella comune riflessione sul destino dell’uomo.
Le tradizioni democratiche, cattoliche e socialiste di Bergamo nulla hanno a che vedere con gli ideali di un movimento che vuole solo dividere e discriminare e che, alla prova dei fatti ,non è riuscito nemmeno ad agire contro la corruzione e il malaffare. Ora toccherà alla Magistratura dire come sono andate le cose: i soldi degli italiani usati per i “famigli”, i soldi degli italiani portati all’estero, in Tanzania e a Cipro, il riciclaggio dei soldi sporchi della ndrangheta calabrese.
Il nostro giudizio sul piano politico è impietoso. (10.04.12 - Alberto Scanzi, portavoce FdS/Bergamo)


(15.04.12) TRESCORE BALNEARIO BANCHETTO PER L’ARTICOLO 18 E CONTRO IL GOVERNO MONTI

* Domenica 15 aprile, ore 9.30 - 12.00 sul Viale Locatelli a Trescore Balneario

Banchetto promosso da circolo di Rifondazione Comunista della Valcavallina con raccolta firme per la difesa e l’estensione dell’articolo 18 a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori. (per info tel. 349.8782624 - tiziano).

Prc-Valcavallina, News aprile 2012: QUI

Qualche foto del banchetto di stamattina sotto la pioggia: qui


(22.04.12) Alle elezioni presidenziali in Francia votiamo Jean-Luc Melenchon candidato del Front de Gauche. Un voto rosso, duro e convinto, e anche… allegro…

Leggi tutto…