(11-12.04.12) BERGAMO. INIZIATIVE IN SOLIDARIETA’ CON IL MOVIMENTO NO TAV DELLA VALSUSA

La lotta contro il Tav non è una lotta locale. E’ una lotta contro lo sperpero di denaro pubblico a fini privatissimi, contro la definitiva trasformazione in merce delle nostre vite.
Non sarebbe più importante provvedere al buon funzionamento dei treni dei pendolari, sempre più carenti, e ripristinare i treni notturni?
Difendere la propria terra e la propria vita è difendere il futuro nostro e di tutti. Il futuro dei giovani condannati alla precarietà, degli anziani cui è negata una vecchiaia dignitosa,  di tutti quelli che pensano che il bene comune non è il profitto di pochi ma una migliore qualità della vita per ciascun individuo.
In ogni ospedale che chiude, in ogni scuola che va a pezzi, in ogni piccola stazione abbandonata, in ogni famiglia che perde la casa, in ogni fabbrica dove il governo Monti regala ai padroni la libertà di licenziare chi lotta, ci sono le nostre ragioni. La lotta NO TAV è una lotta in difesa della terra: le montagne che verrebbero trivellate sono in parte costituite da  amianto e uranio che si disperderebbero nell’ambiente senza contare i rischi per le falde acquifere.
Contro la devastazione del territorio, contro la violenta occupazione militare della Valle, contro il pesantissimo attacco repressivo delle lobby, l‘11 Aprile saremo in piazza in risposta all’appello nazionale riguardo la giornata degli espropri dei 64 terreni di privati cittadini effettivamente già occupati dalle forze militari dal 27 febbraio scorso.

MERCOLEDI’ 11 APRILE
Giornata di mobilitazione NO TAV stazione ffss- dalle h. 14.00 in poi presidio e biciclettata

GIOVEDI’ 12 APRILE
ASSEMBLEA APERTA p.zza vittorio veneto, h. 20.00
(A cura Coordinamento No-Tav Bergamo)

NO TAV, le nostre precedenti info: qui