(24.02.12) ENTRATICO  CENA DEI COMUNISTI DELLA VALCAVALLINA

* Venerdì 24 febbraio, alle ore 19.30, presso Bar del Campo Sportivo di Entratico. Prenotazione c/o Michele tel. 340.7025799 oppure Tiziano tel. 349.8782624

Per il tesseramento 2012 e per dare impulso alle mobilitazioni contro i provvedimenti e le intenzioni del governo Monti, il Circolo di Rifondazione Comunista della Valcavallina ha organizzato una “cena sociale della sinistra” con il seguente menù: (antipasti) schiacciate con pomodorini freschi, (primi) casoncelli alla bergamasca, con pancetta, salvia e burro versato, risotto alla zucca e branzi; (secondo) roast beef argentino ai ferri con patate fritte, tagliere di formaggi; dolce, acqua, vino dell’Azienda Botti rosso e bianco. Il tutto per 17 euro a testa! Vi aspettiamo tutt*, compagne e compagni, iscritti, simpatizzanti, amici e conoscenti… Prenotatevi appena possibile (a cura circolo Prc della Valcavallina - Borgo di Terzo, via Rivolta 1)

** Si ricorda inoltre che per la manifestazione nazionale No Tav a Bussoleno-Susa di sabato 25 febbraio prossimo il pullman passerà anche dai paesi della Valcavallina alle ore 8 del mattino circa. Per prenotarsi telefonare a Maurizio tel. 338.9759975.

“News” Prc-Valcavallina, febbraio 2012: QUI


(16.02.12) MONTELLO INCENERITORE: CHE NON SIA ALL’ORDINE DEL GIORNO E’ PROPRIO UNA BUGIA!

Se da parte del sindaco di Montello, Paolo Marchesi, c’è la indubitabile indicazione di voler “lasciare la porta” aperta all’inceneritore, un’altra “corrente di pensiero” sostiene che nel nuovo piano di lottizzazione della Montello Spa - da cui ricordiamo che è stata tolta la clausola dell’inceneritore come attività non ammissibile - non sarebbe all’ordine del giorno alcun inceneritore...(cfr. L’Eco di Bergamo, 10.02.12: qui)Si dà il caso che la legge urbanistica regionale prevede di esplicitare le destinazioni non ammissibili, e da ciò consegue che poi al privato competa la possibilità di attuare tutto quanto non esplicitamente vietato. Dal momento che la Montello Spa ha dichiarato in più occasioni la propria intenzione di voler predisporre impianti per l’incenerimento dei rifiuti che non ricicla, ne discende che - una volta esclusi questi tipi di impianto dalle attività non ammesse - all’azienda viene rilasciata dall’amministrazione comunale di fatto la facoltà di operare in tal senso, compromettendo o addirittura togliendo al comune la possibilità di opporre dinieghi successivi non impugnabili dalla Montello Spa! Il Consiglio comunale di Montello - qualora confermasse i cambiamenti già adottati nel Piano di Lottizzazione della Montello Spa - si assumerebbe una gravissima responsabilità. Per questo il gruppo “Cittadini per l’Ambiente” di Montello ha presentato una ulteriore e specifica osservazione (scadevano oggi alle ore 12.00 i termini) oltre a quelle presentate già nei giorni scorsi da Marina Zanelli (cfr. qui) e dal gruppo consiliare “Vivere Montello” (cfr. qui).

Rassegna stampa. L’Eco di Bergamo 13.02.12: qui

Inceneritore a Montello? le precedenti info: qui. Inceneritore a Montello? (facebook): qui