(09.02.12) BERGAMO. VIA CASA POUND E TUTTI I FASCISTI DALLA CITTA’ E DALLA PROVINCIA!

* Dopo le provocazioni di Forza Nuova a Trescore Balneario, ora è la volta di Casa Pound che a Bergamo ha indetto una sua iniziativa per domani. Numerose le prese di posizione delle forze antifasciste della città. Riportiamo - fra le altre - quella del Comitato provinciale dell’Anpi di Bergamo.

Il Comitato Provinciale dell’ A.N.P.I. di Bergamo apprende con preoccupazione che venerdì 10 febbraio si terrà, presso il piazzale degli Alpini, un presidio di CasaPound, un’associazione di estrema destra che si pone fuori dall’ambito della Costituzione Repubblicana nata dalla Resistenza.
Negli ultimi mesi CasaPound ha gettato la maschera con
episodi di inaudita ed inaccettabile gravità: i fatti di Firenze, le gravi dichiarazioni da parte di rappresentanti del gruppo neofascista, l’esultanza per la morte del magistrato Saviotti e le parole di speranza che “a questa morte ed a quella di Bocca ne seguano altre, hanno - come scritto nel Comunicato dell’ A.N.P.I. Nazionale - un significato inequivocabile che va addirittura al di là dei richiami al fascismo ed al peggior populismo avvicinandosi molto all’istigazione alla violenza.
Chiediamo con fermezza che la Costituzione venga fatta rispettare dalle autorità pubbliche e vengano finalmente applicate le leggi che vietano ogni forma di incitamento all’odio e alla violenza, così come ogni tipo di apologia al fascismo e di ciò che esso ha tristemente  rappresentato”.
Occorre l’impegno comune delle Istituzioni, dei partiti, delle associazioni e dei cittadini affinché queste iniziative neofasciste diventino improponibili nella nostra città e nella nostra provincia che sono state centro della lotta contro il nazifascismo.

* Bergamo, venerdì 10 febbraio, ore 19.30 al Piazzale della Stazione Fs: presidio antifascista


(12.02.12) SAN PAOLO D’ARGON BANCHETTO DELLA CAMPAGNA “ARANCIA SOLIDALE”

Domenica mattina, ci sarà un banchetto in via Giovanni XXIII dove per 5 Euro potrai acquistare una retina di arance giunte direttamente dai coltivatori del Sud Italia.

Aiuterai contemporaneamente i contadini strozzati dalla mafia e aiuterai il nostro Sportello sociale autogestito a sostenere le campagne per il diritto alla casa e le altre iniziative a favore delle persone colpite dalla crisi.

  • A San Paolo d’Argon, domenica 12 febbraio 2012, dalle ore 10 alle ore 12, all’incrocio tra via Giovanni XXIII e Via Marconi (vicino al negozio Conad). Nel corso del banchetto ci sarà anche il presidio informativo sul tema: “Aprire la porta all’inceneritore? No, grazie!” a cura de “L’Alternativa-San Paolo d’Argon”.

(12.02.12) SAN PAOLO D’ARGON APRIRE LA PORTA ALL’INCENERITORE? NO GRAZIE! BANCHETTO INFORMATIVO

* Domenica 12 febbraio, dalle ore 10.oo alle ore 12.00 in via Giovanni XXIII (di fronte al negozio Conad) a San Paolo d’Argon

“L’Alternativa-San Paolo d’Argon” ha partecipato nei giorni scorsi alle iniziative promosse per protestare contro l’Amministrazione comunale di Montello che nel nuovo Piano di Lottizzazione della Montello Spa intende cancellare la clausola anti-inceneritore. Come ha dichiarato esplicitamente il sindaco di Montello, questa scelta comporta la volontà di lasciare una porta aperta alle realizzazione di impianti di incenerimento dei rifiuti, come risulta peraltro dagli intendimenti dichiarati in varie occasioni dalla Montello Spa. A decidere su eventuali permessi per incenerire è la Regione, ma è del tutto evidente che, se l’Amministrazione comunale di Montello confermasse in via definitiva quanto adottato nelle scorse settimane, l’eventualità di ritrovarci con un ulteriore impianto dannoso per l’ambiente e per salute sarebbe più vicina. Ricordiamo che le strutture di trattamento dei rifiuti della Montello Spa sono vicine al territorio e al centro abitato del nostro comune, e adiacenti, per esempio, al polo agro-alimentare della Bonduelle. Abbiamo pertanto chiesto all’Amministrazione Comunale di San Paolo d’Argon di intervenire con una precisa presa di posizione per chiedere al Comune di Montello di mantenere nel Piano di Lottizzazione in discussione il divieto di impianti di incenerimento. “L’Alternativa–San Paolo d’Argon” si è sempre battuta contro il business dei rifiuti, delle discariche e degli inceneritori e sostiene i movimenti ambientalisti impegnati per la riduzione dei rifiuti alla fonte e per il riuso-riciclaggio delle materie che li compongono. E’ un giusto impegno per il diritto alla salute, minacciata parimenti dalle discariche e dagli inceneritori, e per una corretta politica di risparmio delle risorse non rinnovabili. Invitiamo a partecipare al banchetto informativo che allestiremo domenica 12 febbraio, dalle ore 10.oo alle ore 12.oo, in via Giovanni XXIII a San Paolo d’Argon (nel corso del banchetto ci sarà anche la vendita delle confezioni di arance della campagna Arancia Solidale a sostegno dello Sportello Sociale Autogestito).

“Notiziario” febbraio 2012, in distribuzione: QUI

Inceneritore a Montello? Precedenti info: qui