(25.03.11) MARTINENGO. SALVIAMO UN’ALTRA FAMIGLIA DALLO SFRATTO

A febbraio, grazie alla presenza di cittadini e lavoratori di Martinengo, nonché di una delegazione di attivisti della Rete Contro la Crisi, è stata messa in atto un’azione di resistenza per evitare lo sfratto di Mohammed, disoccupato che non paga l’affitto da diversi mesi, e con lui della moglie e del figlioletto di sei mesi. Questa azione ha imposto alla proprietà di rinunciare alla richiesta di sfratto fino al prossimo 25 marzo.Durante l’ultimo mese Mohammed e la sua famiglia hanno potuto avere un tetto, e nel frattempo continuare a cercare un lavoro e una soluzione abitativa alternativa. E’ un risultato non da poco, se si tiene conto dell’ostilità con cui il Comune guarda alle iniziative antisfratto. L’amministrazione comunale leghista di Martinengo infatti affronta la crisi economica e il grave problema degli sfratti lasciando mano libera alla repressione della polizia, senza neppure fare intervenire l’assistente sociale che, in caso di sfratto di minori, sarebbe tenuto a svolgere opera di mediazione e di assistenza, oltre che a predisporre soluzioni alternative. Purtroppo durante l’ultimo mese Mohamed non è riuscito né a trovare lavoro né un alloggio alternativo. Per questo motivo venerdi 25 marzo, alle ore 9 in via San Zeno 6 a Martinengo l’ufficiale giudiziario con il supporto della polizia cercherà di sgomberare l’alloggio in cui vive l’inquilino per resituirlo al proprietario, ricco ed influente palazzinaro della zona. Invitiamo tutti i cittadini democratici a portare solidarietà alla famiglia di Mohamed. Rete Contro la Crisi - Bergamo. Per comunicazioni c/o Fabio, tel. 339.7728683, alternainsieme@yahoo.it

Le nostre precedenti info: qui