(12.02.11) BERGAMO. “UN PENSIERO PER GAZA”. TERZA GIORNATA DI SOSTEGNO ALLA LOTTA DI LIBERAZIONE IN PALESTINA

Sabato 12 febbraio 2011, presso l’Auditorium di Bergamo-Loreto (Largo Roentgen)

Ore 16.00: “Considerazioni intorno alla questione palestinese alla luce dei nuovi scenari di lotta in Medioriente e Nordafrica”. Testimonianze con: Bassam SALEH (coautore del libro “Palestina una terra cancellata dalle mappe”, giornalista e fondatore del Forum Palestina); Hani JABER (Console generale Palestina in Lombardia), Hannoun MOHAMMAD (architetto, presidente dell’Associazione dei Palestinesi in Italia - Api), Fabio AMATO (responsabile esteri Rifondazione Comunista - Federazione della Sinistra), Marco NORIS (Cooperativa Amandla). Coordina: Ammar ALHINDI

Ore 18.30: aperitivo con cibi e dolci palestinesi

Ore 20.30: musica con “Midnight Breakfast Blues Band” e “Zayt Trio”

Promuovono: Arte a Sinistra, Circolo Prc - Torre Boldone, Federazione della Sinistra - Bergamo, Comitato 4 ottobre, Collettivo Politico - Alzano Lombardo

Locandina: Qui. Precedenti info: qui


(01.02.11) TRESCORE BALNEARIO GESTIONE DELLA CASA DI RIPOSO: QUESTA VOLTA IL TAR RESPINGE LA RICHIESTA DI SOSPENSIVA DI SODALITAS. MA NON E’ FINITA (DICONO)

Il 27 gennaio c’è stata una nuova ordinanza del Tar di Brescia che non ha concesso la sospensiva chiesta da Sodalitas Srl (la società pubblica del Consorzio Servizi Valcavallina e del Comune di Trescore) per bloccare l’affidamento della gestione della Casa di Riposo di Trescore alla cooperativa bolognese “Dolce”, risultata vincitrice della gara d’appalto. Tale cooperativa dovrebbe appunto subentrare a Sodalitas, che - esclusa dalle gestione della Rsa di Trescore - vedrebbe drasticamente ridotte le sue competenze, con ricadute problematiche per i servizi socio-assistenziali che tutti i comuni della ex Comunità Montana Valcavallina e anche altri (tra cui quello di San Paolo d’Argon) hanno affidato appunto a Sodalitas. Il Tar, respinta l’istanza cautelare di sospensiva, si è comunque riservato “la fissazione del merito all’intervenuta formazione del giudicato cautelare”, cioè di entrare nel merito della assegnazione dell’appalto per la Casa di Riposo. Anche in questo passaggio della vicenda non sono mancate sulla stampa le dichiarazioni sia dei dirigenti di Sodalitas sia del sindaco di Trescore, che nelle scorse settimane si erano un po’ beccati. L’impressione è che ci si ritrovi semplicemente in un bel pasticcio, che ha rivelato tutta la fragilità del sistema socio-assistenziale nel nostro territorio, per come si è strutturato e per le beghe di potere in corso per il suo controllo. E ciò desta più di una preoccupazione.

Ordinanza Tar di Brescia 27.01.11: qui. L’Eco di Bergamo 01.02.11: qui. Precedenti info: qui