(12.01.11) REFERENDUM ACQUA SI’ DELLA CONSULTA. ORA LA PAROLA AI CITTADINI. I REFERENDUM IN PRIMAVERA

Apprendiamo che la Corte Costituzionale ha ammesso due quesiti referendari proposti dai movimenti per l’acqua (cfr. qui). A primavera gli uomini e le donne di questo Paese potranno decidere - con il referendum- su un bene essenziale. La vittoria dei “sì” porterà ad invertire la rotta sulla gestione dei servizi idrici e più in generale su tutti i beni comuni. Si attendono le motivazione della Consulta sulla mancata ammissione del terzo quesito, ma è già chiaro che questa decisione nulla toglie alla battaglia per la ripubblicizzazione dell’acqua e che rimane intatta la forte valenza politica dei referendum. Come lista L’Alternativa-San Paolo d’Argon, dopo aver partecipato attivamente nei mesi da maggio a luglio 2010  alla raccolta delle firme a San Paolo d’Argon e nei comuni vicini, esprimiamo la nostra soddisfazione dichiarando fin da ora il nostro massimo impegno per la campagna referendaria che ci attende nei prossimi mesi per il SI alla abrogazione delle leggi che privatizzano la gestione dell’acqua. L’acqua è un bene comune, di tutti, e tale deve tornare ad essere.

Referendum acqua. Tutte le nostre precedenti info: qui