(11.01.11) TRESCORE BALNEARIO PER LA CASA DI RIPOSO IL TAR RIMETTE IN GIOCO SODALITAS” Solo oggi l’Eco di Bergamo dà ampio spazio alla notizia che il Tar di Brescia ha sospeso l’aggiudicazione della gara d’appalto per la gestione della Rsa “Giovanni XXIII” (cfr. alternainsieme.net 28.12.10: qui), finita a sorpresa nelle mani di cooperativa bolognese che avrebbe così estromesso la Sodalitas Srl. “Il paradosso (…) è che il ricorso al Tar per bloccare l’appalto è stato presentato proprio dalla Sodalitas, come se il Comune di Trescore avesse fatto ricorso … contro sé stesso”. Infatti è il Comune di Trescore, guidato dal sindaco Finazzi (Lega Nord), che ha indetto la gara d’appalto e che detiene pure un terzo di Sodalitas, la società pubblica che gestisce dal 2003 la Rsa. [Anche in un'altra recente vicenda il Comune di Trescore era finito in una situazione paradossale, sempre in tema di ricorsi al Tar... (cfr. qui)]. Entro il 27 gennaio la commissione che doveva giudicare le cinque offerte - formata da Adriana Bonetti, responsabile del settore servizi alla persona del Comune di Trescore; Benvenuto Gamba, responsabile dei servizi sociali del Consorzio Servizi Valcavallina, ed Elvira Maria Schiavina, esperta di servizi socio-sanitari dell’Asl di Bergamo - dovrà rivalutare tutti i documenti. La Sodalitas, con i suoi 210 dipendenti e 20 collaboratori, è il punto riferimento per l’erogazione di tutti i servizi sociali della zona; è la seconda azienda della Valcavallina dopo la Gewiss e, qualora non fosse più confermata nella gestione della Rsa di Trescore, perderebbe il 45% del suo fatturato e circa il 45% dei dipendenti, che passerebbero alla nuova gestione.

L’Eco di Bergamo 11.01.10: qui. Precedenti info: qui