(24.11.10) GLI STUDENTI DIMETTONO BERLUSCONI E GELMINI

 

 

(24.11.10) FRATTINI-SERIATE MOBILITA’ PER TUTTI GLI 88 LAVORATORI LASCIATI FUORI Questo malgrado tante lotte e un presidio che dura da oltre un anno davanti ai cancelli della fabbrica metalmeccanica di Seriate. “La doccia fredda di oggi - spiega Margherita Dozzi della Fiom - conferma l’incapacità del liquidatore di vendere il ramo rimanente ‘conto terzi’: tutto questo convalida quanto sostenuto da mesi dalla Fiom rispetto alla cessione impropria del primo ramo d’azienda diventato Frattini Tech. Abbiamo sempre avuto il sospetto che quanto non venduto subito fosse destinato a non esserlo mai, svuotato, nel tempo, della capacità produttiva e d’innovazione. Si è puntato, sin dall’inizio, sul ramo venduto facendoci credere che la Frattini fosse divisibile in rami d’azienda: questo per noi non è mai stato credibile, perché riteniamo che il cuore dell’attività Frattini sia stato svenduto nella prima operazione di cessione. Ora, dall’annuncio dell’apertura della procedura di mobilità di oggi abbiamo tempo 75 giorni, come prevede la legge, per convincere il liquidatore a ritirare i licenziamenti e ad utilizzare la cassa integrazione in deroga per cercare attivamente prospettive occupazionali per gli 88 lavoratori coinvolti. Rassegna online 24.11.10: qui; BergamoNews 24.11.10: qui; Eco di bg 24.11.10: qui

Le nostre precedenti info: qui