(31.10.10) BRESCIA IERI LA POLIZIA HA CARICATO IL CORTEO DEGLI IMMIGRATI IN LOTTA PER LA SANATORIA

IN 9 SONO SALITI SU UNA GRU, CHE E’ ANCORA OCCUPATA.

** SABATO 6 NOVEMBRE: MANIFESTAZIONE. TUTTI A BRESCIA!

Info e appelli nel sito dell’Associazione Diritti Per Tutti: QUI

Leggi tutto…


(31.10.10) TRESCORE BALNEARIO BANCHETTO E VOLANTINAGGIO: MA QUALE SICUREZZA A TRESCORE!

A maggio la condanna a due anni con sentenza di primo grado per il comandante dei vigili; ora indagato per “mobbing” anche il sindaco leghista (cfr. info e rassegna stampa: qui). Con il volantinaggio di ieri, con il banchetto e i cartelloni di stamattina è stato possibile raggiungere molti cittadini di Trescore, che così hanno potuto avere una informazione più completa e documentata. Una vicenda che - stando ai titoli delle delibere che abbiamo scorso - in tutto il 2010 non risulta sia mai stata trattata in consiglio comunale, malgrado la sua indubbia gravità! Peccato stamattina per il maltempo e per la pioggia, che non hanno tuttavia impedito né di volantinare né di parlare con i cittadini che ci chiedevano delucidazioni.

Volantino: qui

Leggi tutto…


…non abbiamo potuto sottrarci….

 

 

(25.10.10) SAN PAOLO D’ARGON L’INAUGURAZIONE DEL NUOVO ORATORIO Il vescovo Beschi ha ribadito che “questo oratorio nasce da un sentire comune, dal cuore di tutta la comunità”, come se tutti gli abitanti del paese si riconoscessero in una istituzione educativa cattolica e non ci fossero persone di altra o nessuna religione o che considerano l’esperienza religiosa non rilevante oppure da vivere fuori dalle istituzioni religiose. Un paio d’anni fa, appena nominato vescovo Monsignor Beschi aveva diversamente riconosciuto che “la Chiesa non esaurisce la società bergamasca” (cfr. qui)! Quando anche a Bergamo (e provincia!) il mondo cattolico imparerà davvero a considerare sé stesso come parte e non come tutto? Non è una questione di poco per la società civile, per la vita politica e per l’educazione delle giovani generazioni… Nel frattempo - dalla cronaca de L’Eco - apprendiamo che il vecchio edificio dell’oratorio sarà annesso al futuro polo della Nautica da Diporto. Cfr. l’Eco di Bergamo 25.10.10: qui. Le nostre precedenti info: qui


(31.10.10) TRESCORE BALNEARIO BANCHETTO E VOLANTINAGGIO: MA QUALE SICUREZZA A TRESCORE!

A maggio la condanna a due anni con sentenza di primo grado per il comandante dei vigili; ora indagato per “mobbing” anche il sindaco leghista Finazzi (cfr. info e rassegna stampa: qui)

VOLANTINO: QUI

Banchetto a cura del Circolo Prc della Valcavallina, domenica 31 ottobre, ore 10.00 - 12.00, in viale Locatelli a Trescore Balneario (bg)

Leggi tutto…


(27.10.10) SFRATTI - GRUMELLO DEL MONTE ANCORA UN MESE DI PROROGA PER FATIHA Grazie ad una sottoscrizione sono stati raccolti i fondi necessari per un mese di affitto e il proprietario ha concesso questa proroga. Sempre latitatante l’amministrazione comunale leghista, che ha detto di no anche alla Caritas. Rifondazione Comunista della Valcalepio e l’Unione Inquilini ritengono urgente “un’ampia mobilitazione di carattere provinciale, insieme ad altre realtà del territorio, per chiedere alla prefettura di intervenire: già quella di Brescia ha aperto una commissione per risolvere il problema sfratti e stabilito un fondo per aiutare chi è in difficoltà. E’ auspicabile che in Bergamasca avvenga la stessa cosa”. Cfr. Giornale di Bg 28.10.10: qui

(26.10.10) SFRATTI - RETE CONTRO LA CRISI REPORT DELL’INCONTRO DEL 26 OTTOBRE Decisa una assemblea aperta alle varie realtà impegnate per il diritto alla casa per venerdi 26 novembre e una presidio-manifestazione sabato 4 dicembre. A breve l’appello-piattaforma da sottoporre ai sindacati, alle associazioni e alle forze democratiche. Le Brigate di Solidarietà Attiva e la Scuola popolare di italiano per migranti si sono presi l’impegno di progettare una campagna di raccolta fondi per una cassa di resistenza e solidarietà per le persone sfrattate; anche per questo obiettivo verrà preparato un appello da sottoporre ad associazioni, centri religiosi, partiti e sindacati. Il prossimo appuntamento è martedi 2 novembre (ore 20 presso la sede di Rifondazione Comunista) per continuare l’organizzazione della manifestazione contro gli sfratti e per il diritto alla casa. Sfratti. Tutte le nostre precedenti info: qui


(02.11.10) CASTELLI CALEPIO SPORTELLO CONTRO LA CRISI ANCHE IN VALCALEPIO

Tutti i martedì, dalle ore 19 alle 21,a partire da martedì 26 ottobre 2010, a Tagliuno (Castelli C.), via Roma 21, presso la sede di Rifondazione Comunista. A cura di “Rete contro la Crisi” e “Associazione Orzzonte”. Info: tel. 333.8737525 (Claudio).

Volantino pluriligue: qui



(23.10.10) TRESCORE BALNEARIO INDAGATO IL SINDACO FINAZZI (LEGA NORD) Lo hanno comunicato per primi il quindicinale Araberara (1 - 2) e Bergamonews.it (qui) senza particolari precisazioni, ma collegando la notizia alla vicenda dell’ex comandante della polizia locale G. M. Rossetti condannato per peculato con sentenza di primo grado, nel maggio scorso, a due anni con pena sospesa. Entrambe le testate citano una delibera comunale inerente il ricorso al Tar presentato dallo stesso Rossetti in cui si legge: “Il segretario chiede alla giunta di esprimersi in merito, ritenendo la questione delicata sotto vari profili, non ultimo quello dei procedimenti penali avviati contro il sindaco e il segretario”. “Non posso dire di quale reato sono accusato”, ha dichiarato il sindaco Finazzi a Bergamonews.it.  Secondo L’Eco di Bergamo del 23.10.10 (qui) il sindaco di Trescore Finazzi, il segretario comunale signora Franca Moroli e l’ex comandante della Polizia Locale G. M. Rossetti sono indagati “per mobbing in relazione alle presunte vessazioni che ha denunciato una vigilessa”. I capigruppi consiliari, anche quelli di minoranza, del procedimento a carico del sindaco sarebbero stati informati ufficialmente diverso tempo fa. Nel frattempo il Rossetti, pur sospeso dal servizio, continua a percepire la metà dello stipendio, mentre dagli atti risultano palesi le intenzioni della Giunta comunale di volerlo reintegrare a tutti gli effetti malgrado la sentenza di primo grado.

Le nostre precedenti info: qui


(23.10.10) TRESCORE BALNEARIO IL BORGO DI REDONA CONTRO UN DUPLICE SOPRUSO La via principale della piccola frazione Redona di Trescore si stacca dalla Statale 42 e sale sul versante destro della Valcavallina. E’ una strada non larga, nel primo tratto a servizio di un gruppo di abitazioni, qualche villetta, palazzine e anche vecchi edifici tuttora abitati. Poi passa nei pressi della villa della tenuta Medolago e quindi si alza ancora tra i vigneti fino a raggiungere quello che era un antico cascinale che è diventato negli anni scorsi un ristorante e albergo dopo essere stato ampiamente deturpato con interventi edilizi opportunamente condonati. Il risultato è stato un forte incremento dei volumi di traffico sulla strada, specialmente in occasione dei non infrequenti meeting conviviali che si tengono al ristorante. E così l’Amministrazione comunale (leghista) di Trescore ha avuto la buona idea di chiudere la questione prevedendo nel Pgt un allargamento della via a discapito dei giardini e dei parcheggi delle abitazioni che si trovano nel primo tratto. Gli abitanti di via Redona rischiano così di subire un duplice sopruso, con tanto di duplice beffa. E non ci stanno, tanto che - praticamente tutti - hanno ingaggiato un serrata vertenza contro l’Amministrazione comunale. Sulla loro mobilitazione, cfr. la lettera in Bergamonews del 22.10.10 (qui) e il sito comitatoborgoredona.it


(27.10.10) SRATTI 1 GRUMELLO DEL MONTE: MOBILITAZIONE ANTISFRATTO MERCOLEDI’ 27 OTTOBRE La famiglia di Fatiha è nuovamente in pericolo di perdere la casa, malgrado il rinvio ottenuto nel mese scorso grazie alla mobilitazone dei cittadini (cfr. qui). Dopo varie trattative, il Comune ha rifiutato qualsiasi intervento con la motivazione di “non conoscere approfonditamente” la situazione economica della famiglia di Fatiha. Ma la storia è semplice perché è una condizione molto diffusa in questi tempi di crisi economica. Fatiha e suo marito, assunti da una cooperativa come soci-lavoratori, sono stati lasciati a casa senza retribuzione per “cause imputabili alla carenza di lavoro”. Insieme a loro vive la sorella e suo figlio di 2 anni; l’unica persona che lavora è proprio la sorella ma, essendo assunta part-time, guadagna quel poco che serve a mangiare e pagare gas e luce. A causa dell’incompetenza e dell’insensibilita della amministrazione comunale di Grumello del Monte altre persone rischiano di perdere la casa e finire in strada. Rifondazione Comunista della Valcalepio, con l’Unione Inquilini e la Rete Contro la Crisi, invita alla solidarietà, mercoledì 27 ottobre a Grumello del Monte (Bg) alle ore 8.45 (mattino), in via B. L. Palazzolo 31, e fa un ultimo appello alle istituzioni pubbliche “perché le persone non possono essere lasciate sole e perché il diritto fondamentale alla casa deve essere garantito a tutte e tutti.” Per comunicazioni: tel. 333.8737525 (claudio)

 


(18.10.10) SFRATTI 2 BRESCIA: LA PROTESTA CLAMOROSA DEGLI SFRATTATI COSTRINGE L’ASSESSORE REGIONALE AD ASSUMERE IMPEGNI. La manifestazione con un centinaio di sfrattati e cittadini e l’occupazione simbolica del palazzo della Regione di Brescia si è conclusa nei giorni scorsi con l’intervento delll’assessore regionale Zambetti, il quale ha assunto l’impegno di far votare al consiglio regionale un ordine del giorno in cui si chieda al governo una moratoria nazionale degli sfratti per morosità fino a quando perdurera’ lo stato di crisi. Come secondo punto si chiederà pure alla Regione di trovare le risorse per istituire un fondo per gli sfratti che sia uno strumento efficace per calmierare e sospendere le procedure di sfratto in corso. Cfr. dirittipertutti.gnumerica.org: qui

Sfratti. L e nostre precedenti info: qui



Pagina successiva »