(13.06.10) BERZO SAN FERMO IL BANCHETTO FIRME PER IL REFERENDUM DELL’ACQUA E I BORGHI STORICI E’ andato bene anche il banchetto di Berzo. Questa mattina abbiamo anche  potuto dare un’occhiata veloce al paese e ai suoi borghi storici, che sono decisamente interessanti, anche se qualche edificio ha bisogno di opportuni interventi di salvaguardia. I prossimi banchetti per il referendum dell’acqua: domenica 20 e martedì 22 giugno a Trescore Balneario, mercoledì 23 giugno a Casazza.

Foto da Berzo San Fermo: qui. Referendum 2010: qui


Lunedì 14 giugno 2010

SCIOPERO GENERALE DEL PUBBLICO IMPIEGO

CONTRO LA MANOVRA - CONTRO la devastazione della Pubblica Ammnistrazione

Manifestazioni a Roma, MILANO e Napoli; promuovono RdB e USB. Locandina: qui. Info: Confederazione.Usb.it.

(15.06.10) BERGAMO RIUNIONE USB-BERGAMO L’Unione Sindacale di Base si riunirà martedì 15 giugno, alle ore 18, nel giardino del bar dell’angolo tra via Torretta e la questura. Per informazioni: tel. Fiorangela 348.3148629. Precedenti info sindacato di Base-bg: qui


(10.06.10) SAN PAOLO D’ARGON RESTAURO DELL’EX-MONASTERO: VIOLATE LE PROCEDURE? Attraverso atto formale alla Soprintendenza per i Beni archeologici della Lombardia, l’arch. Luca Zigrino denuncia che “non sono stati programmati scavi archeologici nelle aree in cui molto probabilmente sussistono strutture delle fasi altomedievali e medievali attestate da documenti storici e nemmeno sondaggi stratigrafici archeologici coordinati ai sondaggi statici delle fondazioni”. L’architetto Zigrino si domanda infine e chiede alla Soprintendenza “come si possa verificare tutto ciò in un caso di intervento come questo in cui dovrebbe essere garantito il rispetto delle raccomandazioni di legge contenute nel Codice dei beni culturali e del paesaggio”. Già nel 2006 il consigliere provinciale Armanni - su nostra segnalazione - aveva fatto notare in consiglio provinciale che “i tecnici che hanno redatto il progetto non hanno fatto rilievi storico stratigrafici approfonditi, hanno fatto solo quelli tecnologici, ingegneristici e questi abbastanza accurati sugli elementi strutturali ed edilizi, eppure ci sono numerosi aspetti che non sono studiati come il preesistente monastero medioevale utile ai fini del restauro (…).” “Credo che con 12 milioni di Euro in ballo, almeno come prima operazione – concludeva Armanni - si potevano scomodare a fare anche qualche ricerca in più e non limitarsi a riportare quello che hanno trovato nei libri, per di più in libri di stretta osservanza clericale.” (cfr. verbale Consiglio provinciale bg 07.12.06: qui)

BergamoNews.it 10.06.10: qui. Sul restauro dell’ex-Monastero di San Paolo d’Argon, le nostre info più recenti (qui) e le nostre schede (qui)