(30.12.09) SAN PAOLO D’ARGON IL NOSTRO RICORDO DEL VESCOVO AMADEI
Lo incontrammo nel settembre del 2008, quando accolse la delegazione dei lavoratori Bonduelle di San Paolo d’Argon che avevano chiesto di incontrarlo per esporre la loro situazione riguardo la vertenza con la multinazionale francese in corso in quei giorni.
Avevamo accompagnato i nostri amici della Bonduelle in Città Alta e fummo anche noi ricevuti da Mons. Roberto Amadei.
Il Vescovo si intrattenne a lungo con tutti noi ed espresse la sua solidarietà ai lavoratori marocchini e alle loro famiglie.
Ci colpì tutti per la sua puntuale e profonda conoscenza dei nuovi problemi del mondo del lavoro e dell’immigrazione.

(29.12.09) SAN PAOLO D’ARGON NUOVO MUNICIPIO: LO FARA’ NON IL COMUNE, MA L’IMMOBILIARE EMERGENTE Sarà nell’edificio storico dell’ex-filatoio, come aveva stabilito anni fa il Piano regolatore, ma in dieci anni - tra fare e disfare - l’amministrazione comunale non ha combinato un bel nulla. Ora sembra voglia partire di gran carriera, con un patto di ferro con l’emergente Agribellina Srl, cioè il capitale immobiliare derivato da quello produttivo della ex-Ortobel (ora Bonduelle). Il consiglio comunale aveva già approvato i primi atti a fine novembre e poi il 14 dicembre scorso, con blandi distinguo delle minoranze della Lega e della lista Pdl “Vivi San Paolo”, ma solo oggi ne parla la stampa. Il 22 gennaio è la data dell’assemblea promossa da L’Alternativa, dove invitiamo la cittadinanza a discutere del Piano di Governo del Territorio (Pgt) e naturalmente anche di questa operazione, che vi è compresa. L’Eco di Bg (web) 29.12.09: qui. Alternainsieme.net (nota 29.12.09): qui. Pgt-San Paolo d’Argon tutte le info precedenti: qui

Leggi tutto…


(29.12.09) SAN PAOLO D’ARGON-PGT L’ALLEGRA URBANISTICA DEL GRUPPO “VIVI SAN PAOLO” La variante alla Statale 42 deve toglierci solo i camion, ma guai se poi il resto del traffico diminuisce! Quindi la via Nazionale, anche se declassata, non dovrà giammai essere alberata, perché le piante sono pericolose e soprattutto disturbano l’accessibilità alle medie strutture di vendita che “Vivi San Paolo” vuole assolutamente prevedere da una parte e dell’altra di Via Nazionale, dall’incrocio con via Giovanni XXIII “fino a Bergamo” (sic!). C’è troppo consumo di territorio nel Pgt? Allora… aggiungiamoci coerentemente anche tante strutture commerciali (come poi possano sopravvivere quando alla Ca’ Longa sarà riaperto e raddoppiato  l’Outlet di Percassi, non è un problema che interessa “Vivi San Paolo”). C’è troppo consumo di territorio nel Pgt? Ma le case devono rimanere basse, cioè solo villette che non devono essere deturpate da mostruosi e giganteschi condomini di 3 (tre!) piani, poiché a San Paolo d’Argon deve abitarci solo il ceto medio. C’è troppo consumo di territorio? E allora cominciamo a mettere qualche dubbio sui “vincoli” del parco collinare (Plis): col tempo si potrà riprendere a “migliorare” anche la collina! Anzi, portiamoci subito avanti completando le strade collinari: fatte quelle, il resto viene da sé. “Vivi San Paolo” è il gruppo consiliare di minoranza guidato dal coordinatore comunale del Pdl Giuseppe Mandurrino (36,84% alle elezioni comunali 2006). Si rimanda alla lettura integrale degli “auguri natalizi”, dove è riassunto in modo semplice e chiaro l’inquietante weltanschauung urbanistica del Pdl locale. “Vivi San Paolo”, auguri 2009-2010: qui. Pgt-San Paolo d’Argon tutte le info precedenti: qui