(01.11.09) BERGAMO ASSEMBLEA DEI LAVORATORI MIGRANTI E’ stata indetta dai Lavoratori Migranti Fiom/Bg per discutere della mobilitazione contro l’accordo separato dei metalmeccanici e degli impegni del movimento antirazzista dopo la grande manifestazione del 17 ottobre a Roma. Intervengono: D. Amadou, M. Bechrouri, Seck Tidiane e Mirco Rota. Domenica 1° novembre, ore 15.00, sala “Lama della Cgil”, via Garibaldi 3, Bergamo. Info: tel. 035.3594270, 338.415542 (Seck). Volantinoda diffondere: qui

(06.11.09) SCIOPERO E MANIFESTAZIONE PROVINCIALE Venerdì 6 novembre, concentramento alle ore 9.00 al Centro Commerciale Auchan (Curno, via E. Fermi)


(ottobre 1944) CENATE SOTTO LE ULTIME ORE DEL PATRIOTA CALABRESE FRANCESCO PARISI Secondo la testimonianza di Don Giovanni Biava, chiamato a prestare assistenza religiosa, Francesco Parisi, arrestato alcuni giorni prima dalle Brigate Nere, si trovava “in uno stato pietoso per le botte ricevute e inebetito. Penso che fosse stato offeso alla spina dorsale o avesse qualche costola rotta, perché non stava in piedi e doveva essere trascinato. Aveva il viso tumefatto e parlava con difficoltà. Quando gli dissi che doveva essere fucilato svenne e rimase svenuto per circa un’ora e un quarto. Fu trasportato in macchina ancora svenuto e riprese parzialmente conoscenza quando giunse al posto della fucilazione”. Poi sulla piazza di Cenate “accanto alla Chiesa di Cristo - così è scritto nella piccola lapide posta vicino al tabaccaio e non ancora dimenticata - piombo fascista massacrò il patriota calabrese Francesco Parisi”. A comandare il plotone di esecuzione e a dare personalmente il colpo di grazia, fu il milite della GNR Lucignani (insieme a quelli delle vittime bisogna sempre ricordare anche i nomi dei massacratori). Vennero poi vietate l’asportazione del cadavere dalla piazza del paese e la celebrazione delle esequie. [Cfr. Andrea Caponeri, La banda Resmini nelle sentenze della Corte straordinaria d'Assise di Bergamo (1945-1947), Bergamo 2008, pp. 109-110]


(30.10.09) BERGAMO PRESIDIO ANTIFASCISTA Venerdì 30 ottobre, ore 19.00 in Piazza Matteotti (davanti al Comune). Comunicato del Comitato Bergamasco Antifascista:

  • Il Comitato antifascista bergamasco e le forze antifasciste prendono atto con soddisfazione della decisione del Prefetto di negare la sala civica intitolata al primo Sindaco, eletto dopo la Liberazione, Ferruccio Galmozzi, all’associazione neofascista Casa Pound. Il Comitato deplora la riconfermata volontà del Sindaco Tentorio e della sua Giunta di concedere uno spazio pubblico a un movimento dichiaratamente neofascista, in spregio ai principi costituzionali e alle leggi che vietano la ricostituzione del partito fascista nonché ogni forma di propaganda fascista. Il Comitato, per queste ragioni, convoca il già annunciato Presidio in piazza Matteotti (davanti al Comune) alle ore 19. Il vicepresidente vicario del Comitato bergamasco antifascista e Presidente dell’ANPI Ing. Salvo Parigi [Bergamo, 29.10.09]

ALCUNE FOTO DEL PRESIDIO: QUI

 

(28.10.09) BERGAMO NO ALL’ADUNATA DEI FASCISTI DI “CASA POUND” Il Prefetto ha negato la sala “Galmozzi” concessa dall’Amministrazione Tentorio (la stessa che rifiuta di intitolare una via di Bergamo a Peppino Impastato!). Potrebbe però essere un’altra sala, più defilata. Prevista nella serata di venerdì 30 la mobilitazione degli antifascisti, a cui non mancheremo. Sul meeting di “Casa Pound”, cfr. osservatoriodemocratico.org 27.10.09: qui



(29.10.09) BERGAMO

L’AGGRESSIONE RAZZISTA A VENEZIA E I LEGHISTI BERGAMASCHI INDAGATI

LA LEGA DI BERGAMO NON HA DETTO LA VERITA’!

Il dossier presentato nella conferenza stampa del 29.10.09 da Ezio Locatelli (direzione nazionale e segretario provinciale Prc) e Franco Macario (segreteria provinciale Prc)

Leggi tutto…


(28.10.09) SAN PAOLO D’ARGON/EX-MONASTERO

LA DIOCESI DI BERGAMO INVESTE NELLA NAUTICA DA DIPORTO

Documenti relativi ad una notizia di qualche mese fa e che riguarda il restauro e le nuove destinazioni previste nel nostro ex-Monastero.

Continua: qui

Leggi tutto…


(28.10.09) SERIATE-FRATTINI MOBILITAZIONE STRAORDINARIA DEL PRESIDIO FRATTINI E’ annunciata per le ore 7 di mercoledì 28 ottobre la mobilitazione del Presidio dei lavoratori in lotta a Seriate, in corso dal 12 ottobre. I lavoratori di prima mattina si muoveranno dai cancelli dell’azienda, per raggiungere la strada statale accanto all’Iper e il centro del paese, fino al municipio. SI INVITA ALLA PARTECIPAZIONE E ALLA SOLIDARIETA’

Rassegna stampa. Libero-News 27.10.09: qui. Tutte le nostre precedenti info: qui


E’ calato subito il sipario sul fatto che per il pestaggio dei camerieri immigrati a Venezia, il giorno della festa “padana” a settembre, sono stati denunciati tre iscritti e un simpatizzante del partito del Ministro dell’Interno, tutti e quattro della bergamasca. Sui giornali articoli imprecisi e reticenti; dal sito della Lega sparisce la pagina dove uno dei denunciati veniva presentato come “coordinatore” dei “giovani padani” della sua zona; nessuna presa di posizione politica si è vista sulla stampa locale a parte quella del segretario provinciale della Lega Nord nonché assessore alla sicurezza al comune di Bergamo: ma come si fa a lasciargli la delega alla sicurezza quando finge di non sapere che gli indagati per violenza (razzista) sono iscritti al suo partito? L’interrogativo sulla delega alla sicurezza in città l’ha posto anche Rifondazione Comunista, ma il suo comunicato è stato ignorato da quasi tutti i media. Gli stessi media hanno tenuto la Fiom di Bergamo sotto pressione per settimane in seguito ad una (veramente cretina!) insinuazione sulla grafica (sic!) ritenuta minacciosa di un suo volantino (peraltro paludatissimo)! Sulla Lega e sui quattro leghisti orobici implicati in un grave fatto di violenza razziale cala subito il sipario. C’è aria di veline, di pressioni dai palazzi per coprire la Lega e i suoi “ragazzi”, proprio come succedeva in altre epoche storiche. E i media, quasi tutti o quasi interamente, a Bergamo si prestano o non possono sottrarsi. BergamoNews 22-23.10.9: qui

Leggi tutto…


(24.10.09) TRESCORE BALNEARIO-POLIZIA LOCALE “PROCESSO AL COMANDANTE DI TRESCORE”. “Il SINDACO DA’ FIDUCIA AL SUO COMANDANTE”

Comandante G.M. Rossetti: “A Parma io ho fatto 18 arresti e un centinaio di fermi in un anno, molti comuni preferiscono che tu faccia multe e non fermi che costano al comune e non portano soldi alle casse del municipio, da questi comuni ho scelto Trescore che ha una politica diversa da molti altri e dove sto lavorando bene” ARABERARA 23.10.09: qui. Cfr. anche alternainsieme.net 16.10.09: qui


(24.10.09) BERGAMO PRESIDIO (CON “TENDATA”) IN CENTRO CITTA’

IN SOLIDARIETA’ DEI CITTADINI AQUILANI CHE VIVONO ANCORA NELLE TENDE A SETTE MESI DAL TERREMOTO DEL 6 APRILE 

LE NOSTRE FOTO DA PIAZZA VITTORIO VENETO: QUI

Brigata di Solidarietà Attiva Bergamo. Le nostre precedenti info: qui

Leggi tutto…


(24.10.09) BERGAMO-ABRUZZO PIANTA LA TENDA NEL CENTRO DI BERGAMO - IN SOLIDARIETA’ CON GLI AQUILANI CHE IN TENDA ANCORA CI VIVONO Ancora 6000 persone in Abruzzo vivono nelle tendopoli a -5°; governo e protezione civile dopo il terremoto hanno lasciato gli sfollati per mesi nelle tendopoli con la promessa del piano C.A.S.E., che a tutt’oggi ospita meno di 2000 persone. L’appuntamento è sabato 24 ottobre a Bergamo, in Piazza Vittorio Veneto, dalle ore 15 alle ore 19 (tende della solidarietà, mostra fotografica sulla situazione in Abruzzo, musica e animazione). La locandina con l’appello: qui.

A cura Brigata Solidarietà Attiva Bergamo [altre info: qui]


Pagina successiva »