(27.09.09) PONTERANICA UNA GRANDE  GIORNATA DI LOTTA, PER PEPPINO E CONTRO LA LEGA

Quella di ieri è stata infatti una straordinaria manifestazione per Peppino Impastato e contro la Lega e ciò che la Lega è e rappresenta in termini di disvalori fascistoidi e razzisti (”non importa se dal nero siamo passati al verde, le camicie sembrano proprio le stesse”, ci ha ricordato Giovanni Impastato, il fratello di Peppino). Per tutti quelli che stavano in piazza è ormai chiaro che è da respingere qualsiasi ipotesi di mediazione col leghismo, anche se fino a pochi giorni prima della manifestazione qualcuno dei promotori della manifestazione ha tentato - vanamente - ancora questa strada. Come pure è da respingere qualsiasi propensione di annullare qualcuna delle soggettività che ieri si sono mobilitate con passione o di cercare di nascondere quelle ritenute non gradite. E anche ieri, perfino in piazza, non è mancata tale improntitudine, con effetti - anche questi - praticamente irrilevanti. La manifestazione di ieri segna perciò un punto di svolta e ci dice che attraverso un percorso di lotta insieme unitario, plurale e radicale, è possibile isolare e sconfiggere il leghismo e rimettere al centro i diritti, la giustizia sociale, il rispetto degli altri, la pace, la democrazia e la libertà. Cioè risalire dal baratro in cui sembrano essere drammaticamente precipitate la società e la politica nel nostro Paese nella fase attuale. (San Paolo d’Argon, 27.09.09)

L’intervento di Giovanni Impastato (video): qui

(27.09.09) LE NOSTRE FOTO DELLA MANIFESTAZIONE: 1 - 2. Invece della rassegna stampa, linkiamo dal sito della Casa della Memoria di Cinisi il testo dell’intervento di Giovanni Impastato a conclusione della manifestazione di ieri: qui

(27.09.09) SAN PAOLO D’ARGON Malgrado le numerose iniziative antimafia intraprese negli ultimi anni dall’Amministrazione Comunale e dalla Parrocchia di San Paolo d’Argon ieri non abbiamo visto sfilare a Ponteranica per Peppino Impastato nessun’altra delegazione del nostro paese oltre alla nostra. Nei giorni scorsi il Coordinamento degli Enti Locali per la Pace - a cui anche il nostro Comune ha aderito da diversi anni - aveva invitato ad intitolare un’opera pubblica a Peppino Impastato. CHIEDIAMO al Sindaco che a tale sollecitazione la nostra Amministrazione Comunale risponda al più presto.


(27.09.09) ALBANO SANT’ALESSANDRO DEMOLITO IL QUIEN SABE
In quattro e quattr’otto sono stati demoliti gli edifici che ospitavano la vecchia discoteca del Quien Sabe, ed è scattato l’amarcord, melanconico quanto fatuo. Abbattuti circa i 10 mila metri cubi, se ne costruiranno ben 25 mila, con i parcheggi sopra i tetti. La destinazione dichiarata è quella artigianale-terziaria, ma tutto converge per farne uscire un altro centro commerciale, in una zona a rischio di esondazione e da pochi mesi esentata da diversi vincoli e limitazioni edificatorir. Un bel business di cui la Lega - che amministra Albano S.A.- se ne va fiera e contro il quale noi avevamo fatto opposizione. L’Eco 19.09.09: qui. Alternainsieme.net 07.03.08: qui; il nostro documento di contrarietà 07.01.08: qui