SAN PAOLO D’ARGON-SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO. CALENDARIO SCOLASTICO 2009/2010. Lunedì 14 settembre 2009 inizio delle attività scolastiche (altre info: qui)

(09-10.09.09) S. PAOLO D’ARGON-SCUOLA INCONTRI INSEGNANTI - GENITORI CLASSI PRIME In tale occasione verrà presentata la scuola con il Piano dell’Offerta Formativa

  • Scuola primaria (elementare), mercoledì 9 settembre, ore 14.30, presso la scuola elementare
  • Scuola secondaria di 1° grado (media), giovedì 10 settembre, ore 17.00, presso la scuola media  [Ci scusiamo per eventuali errori o omissioni ]

Leggi tutto…


(11.09.09) BERGAMO “RIALZARE LA TESTA PER VEDERE L’ORIZZONTE” ZANON, MOLEX, INNSE, IDEAL STANDARD: DALLA CRISI NUOVE LOTTE OPERAIE

Assemblea, presso la Sala del Mutuo Soccorso, via Zambonate 33, Bergamo - venerdì 11 settembre, ore 20.00

A cura: Arteasinistra e Associazione Culturale Archè - Torre Boldone. Il programma: qui


(07.09.09) ELKASSIM QUANTO SONO MISERABILI QUELLI DELLA LEGA! Il consigliere comunal-regionale leghista Daniele Belotti è tornato sulla vicenda Elkassim Britel e - a più di due anni di distanza - ha definito “ignobile” la richiesta di grazia alle autorità marocchine sostenuta nel 2007 anche dall’allora sindaco Roberto Bruni. Di Elkassim, cittadino italiano, di Bergamo, tuttora detenuto in Marocco dopo aver subito una “extraordinary rendition” per opera della Cia (nel 2002) e un processo farsa (nel 2003), proprio nel 2007 si era occupato il Parlamento Europeo, che in una sua risoluzione - votata ad ampia maggioranza, e quindi anche da buona parte dello schieramento moderato - aveva invitato “il governo italiano a prendere misure concrete per ottenere l’immediato rilascio di Abou Elkassim Britel”. La richiesta di grazia fu un atto doveroso verso un innocente (prosciolto peraltro da ogni incriminazione dalla magistratura italiana), e anche di rispetto verso il Parlamento Europeo. Stupida e ignobile è invece - secondo noi - l’uscita del consigliere regional-comunale leghista Daniele Belotti. Cfr. anche BergamoNews 07.09.09: qui. Le nostre info sul caso Elkassim Britel: qui

Leggi tutto…