(31.08.09) OUTLET CA’ LONGA NEGLI AFFARI DI PERCASSI NON SI PUO’ METTERE IL NASO? Per sapere qualcosa dell’iter autorizzativo per la riapertura e l’ampliamento del centro commerciale (detto “Outlet”) della Ca’ Longa, dal nostro comune (San Paolo d’Argon) eravamo stati indirizzati al Consorzio Intercomunale di Polizia Locale, cui è stata delegata anche la materia del commercio. Presentata il 31 luglio la nostra istanza di accesso agli atti, tramite raccomandata ci è stato risposto giusto oggi che è stata respinta. Il riserbo sulla questione “Outlet” non è una novità. Dopo che la struttura commerciale aveva chiuso i battenti alla fine del 2008 (alternainsieme.net 09.03.09: qui), avevamo saputo solo in modo fortunoso, nel marzo scorso, che il gruppo Percassi aveva già da tempo avviato le pratiche per riaprirlo, ampliarlo (praticamente un raddoppio) ed estenderlo ad altre categorie merceologiche. Avevamo altresì saputo - sempre abbastanza causalmente - che già dal dicembre 2008 la Giunta di Albano Sant’Alessandro aveva approvato il piano urbanistico e che dalla fine marzo 2009 si sarebbe dato corso alla Conferenza di Servizi per le ulteriori autorizzazioni. Il nostro comunicato (alternainsieme.net 19.03.09: qui) fu ripreso dalla stampa, ma poi c’è stato il vuoto di informazione che perdura. L’operazione relativa all’Outlet - come ciascuno può ben capire - presenta notevoli ricadute sul piano paesaggistico e ambientale e suscita più di una preoccupazione per il traffico e il sistema della distribuzione commerciale nella Valcavallina e nella Valcalepio. Andremo certo a verificare la legittimità del diniego che ci è stato posto nell’accesso agli atti, ma confidiamo anche nel fatto che - pur in questi tempi duri - continuano ad essere ancora tantissime le pentole rimaste senza coperchi. Racc. ar Corpo Polizia Intercomunale dei Colli 29.08.09: qui.

(30.08.09) LOCAL-POLIZIA FOTOGRAFATA LA POLIZIA DEI COLLI MENTRE STA APPOSTATA CON L’AUTOVELOX E poi le foto sono state pubblicate quest’oggi su BergamoNews, con le considerazioni e gli interrogativi del “fotografo” nonché la risposta dell’istituzione. “Tutto in regola”, ha detto il Comandante Fiocchi… ma che figura per la nostra local-polizia! E per di più, dopo le foto, nella mattinata non ha “fatto neanche una multa”! BergamoNews.it 30.08.09: qui

università di udine(28.08.09) SAN PAOLO D’ARGON ZANZARA: CRITICHE E CONTRARIETA’ ALLA DISINFESTAZIONE DEL 25 AGOSTO  Sono state espresse in un volantino distribuito quest’oggi. Il documento - tra le altre cose - denuncia la pericolosità dell’insetticida usato; informa che il problema “è stato sottoposto al comune e a varie sedi Asl della bergamasca, non ottenendo risposta”fa presente che “la lotta alle zanzare può avere senso solo se concentrata sulle larve nei depositi d’acqua in cui si riproducono con sostanze NATURALI”.
Volantino: qui. Le nostre precedenti info: qui.

(28.08.09) SAN PAOLO D’ARGON. A PROPOSITO DEL NUOVO METANODOTTO PER LA CENTRALE DI VILLA DI SERIO Il metanodotto per la centrale termoelettrica Italcementi di Villa di Serio – secondo quanto ci risulta - non passerà da San Paolo d’Argon, come erroneamente comunicato dalla stampa nei giorni scorsi (cfr. L’Eco 25.08.09: qui). Nella prima ipotesi – risalente a 7-8 anni fa – e ancora nel Decreto Via del Ministro dell’Ambiente del 2003 era previsto effettivamente l’attraversamento del territorio del nostro comune, anche se soltanto per un breve tratto (nella zona ovest, al confine con Albano Sant’Alessandro). Poi il tracciato è stato modificato e dirottato altrove. Passerà non più a nord delle colline del Tomenone, ma a sud (Costa Mezzate, Bagnatica, Brusaporto), per risalire poi ad Albano, Pedrengo e Scanzo attraversando la collina di Comonte nel comune di Seriate. Anche se il nostro territorio e quello di Montello ne saranno risparmiati, l’impatto del metanodotto sarà notevole, perché interesserà zone densamente abitate e infrastrutturate, nonché aree collinari di pregio (come Comonte e Scanzo). Il raddoppio della centrale Italcementi è stata ed è oggetto di un’ampia e vivace (e trasversale) contestazione popolare a Villa di Serio e nei paesi vicini, fin dalle origini del progetto. La centrale ebbe tuttavia nel 2003 il parere favorevole del Ministro dell’Ambiente (Berlusconi 2) dopo quelli di Provincia e Regione (cfr. Decreto Via 11.12.03: qui). Successivamente, lasciata cadere la proposta di alimentare la centrale utilizzando la rete del metano esistente onde evitare di gravare il territorio di una nuova e pesante infratruttura, si è provveduto a cambiarne una parte del tracciato. E tale modifica ha avuto il parere favorevole del Ministero dell’Ambiente giusto il 15 giugno 2009 (cfr. Decreto Via 15.06.09: qui). Curioso il fatto che ancora il 21 luglio 2009, i parlamentari leghisti Dussin, Alessandri e la nostra conterranea Carolina Lussana – come risulta dalla loro interrogazione parlamentare presentata lo stesso giorno (cfr.: qui) – fossero del tutto ignari del fatto che i Ministri dell’Ambiente e dei Beni Culturali del loro governo (Berlusconi 3) avevano già approvato tutto più di un mese prima.

(27.08.09) SAN PAOLO D’ARGON CI SAREBBE UN COMPRATORE PER LA EX-TOORA Lo dice la Fiom sulla scorta delle comunicazioni ufficiali del commissario straordinario. L’acquirente garantirebbe lavoro a tutti gli attuali 93 dipendenti della Fp Graviti Casting di via Mazzini. In vendita, secondo quanto disposto dal commissario e dal ministero, anche lo stabilimento di Carobbio e pure in questo caso ci sarebbe “l’interessamento da parte di alcune imprese del settore”. Il termine per le offerte è per entrambe le fabbriche il prossimo 21 settembre. Per la Fiom è urgente “aprire subito il confronto col commissario sui posti di lavoro”.
Libero-News 26.08.09: qui; l’Eco 26.08.09: qui.  Le nostre precedenti info: qui

Lo sportello intende sostenere e rilanciare il movimento antirazzista, denunciare gli abusi e le discriminazioni contro i migranti e contratare le campagne razziste. Lo sportello si propone di sostenere le sensibilità che presenti nella società e che si oppongono al Pacchetto sicurezza e al controllo sociale costruito sulla paura. Lo sportello nasce per non lasciare soli i migranti(con permesso di soggiorno o senza) che vogliono difendere i loro diritti civili e sociali e vogliono lottare contro la precarietà e la xenofobia. Ci incontriamo giovedi 27 Agosto, ore 21 presso la sede della Federazione Prc, via Borgo Palazzo 84/g Bergamo. Interviene: Lorenzo Lanfranchi. Invitamo tutti i compagni e gli amici del movimento a partecipare e contribuire a questa esperienza. Per info: tel. 339.7728683 (Fabio) oppure alternainsieme@yahoo.it
(27.08.09) BASSA BERGAMASCA SONO ARRIVATI GLI ALPINI A ZINGONIA. “Tre alpini e un carabiniere si fermano nella piazza del missile davanti ai palazzi Athena. Un alpino fa un giro dei negozi, mentre gli altri si assettano sulla jeep. Intanto i pusher, tranquillissimi, li guardano con un misto di compatimento e ilarità. Dopo 5 minuti i militari se ne vanno. Lo spaccio ritorna esattamente come prima. (…) L’unica cosa su cui queste operazioni hanno effetto è generare il terrore nei clandestini che lavorano in nero nella zona e che trovano abitazioni solo a Zingonia”. Cfr. bassa2.noblogs.org 26.08.09: qui

(26.08.09) TRESCORE BALNEARIO  - FESTA DELLA BIRRA  C’E’ CHI NON E’ PUNTO ENTUSIASTA  Questo risulta nella lettera pubblicata oggi da BergamoNews a proposito del mega rave parrocchiale che si sta svolgendo nella ridente cittadina termale, mentre la polizia è tutta a Brescia-Sant’Eufemia alla festa di Radio Onda D’Urto. “A proposito di tasso alcolico, vi garantisco che non ho assistito ad una sola richiesta di documento di identità agli avventori e non si può certo assicurare che tutti avessero più di 16 anni”. BergamoNews 26.08.09: qui; le nostre note con qualche foto dello scorso anno (2008): qui

(26.08.09) SAN PAOLO D’ARGON IERI SERA UN’ALTRA RAPINA AL SUPERMERCATO IN’S DI VIA NAZIONALE. E’ la seconda volta in poco tempo. Diverso il bandito ma  vittima è la stessa cassiera rapinata il 3 luglio scorso. Ieri però è stata anche picchiata e ha perso sangue. L’Eco di Bergamo 26.08.09: qui


(25.08.09) AFGHANISTAN SONO 295 I MILITARI DELLA COALIZIONE OCCIDENTALE MORTI NEL 2009. Mancano più di 4 mesi alla fine del 2009, ma già è stato superato il record di 294 caduti registrati nel 2008 (cfr. icasualties.org). Dalla fine del 2001 sono 1340 i militari occidentali morti in Afghanistan; 15 quelli italiani. Quanto ai costi economici delle due guerre, il governo Usa avrebbe già speso l’astronomica cifra di 902 miliardi di dollari (costofwar.com). Per la “missione” in Afghanistan nel 2008 l’Italia ha speso circa 335 milioni di euro; nel 2009 se ne spenderanno 500.


(24.08.09) SAN PAOLO D’ARGON STANOTTE DISINFESTAZIONE CONTRO LA ZANZARA TIGRE. CON QUALCHE DUBBIO E QUALCHE VUOTO D’INFORMAZIONE
Dalle 3 alle 6 del mattino di domani (martedì 25 agosto),a San Paolo d’Argon - secondo quanto “programmato” dall’Amministrazione Comunale - verrà effettuata la disinfestazione contro la zanzara tigre. L’avviso del Comune raccomanda ai cittadini di chiudere porte e  finestre, di non sostare all’aperto, di non lasciare fuori panni e vivande, di proteggere gli animali domestici, di lavare accuratamente le verdure dell’orto. Segno che le sostanze che si vanno ad irrorare sono pericolose per le persone (direttamente) e per l’ambiente (e quindi indirettamente - nel passaggio successivo - di nuovo ancora per le persone). Tuttavia la comunicazione non informa perché a San Paolo d’Argon sia divenuta indispensabile la disinfestazione; non dice se tale disinfestazione viene fatta anche negli altri comuni vicini (nei rispettivi siti internet in questi giorni non ci sono avvisi; dubitiamo peraltro che la zanzara tigre sia poi in grado di riconoscere e rispettare i confini comunali). Non dice se verrà effettuata su tutto il territorio o solo in alcune zone e ed eventualmente quali. Nulla è comparso neanche sulla stampa locale (come è stato fatto invece per i quartieri di Bergamo interessati dallo stesso trattamento). La zanzara tigre è senz’altro fastidiosa e comporta rischi non banali, ma non banali lo sono certamente anche la portata e la natura della disinfestazione che ci apprestiamo a subire. I cittadini hanno senz’altro diritto quantomeno ad un informazione chiara da parte di chi deve occuparsi della loro salute! Comune di San Paolo d’Argon: 1 - 2 - 3
(27.08.09) Nota. Diamo di seguito il link dell’ordinanza del sindaco del 20.08.09, pubblicata nel sito istituzionale a disinfestazione ormai avvenuta, e peraltro datata il giorno successivo alla diffusione degli avvisiordinati dall’ordinanza stessa. Stando al numero di intestazione (”1/09″), appare come l’unica ordinanza sindacale emessa a San Paolo d’Argon nel 2009. Si segnala inoltre che qualche cittadino anche oggi, a due giorni dalla disinfestazione, ha asserito - smoccolando discretamente! - di essere stato  di nuovo punto (e ripetutamente) dalla zanzara tigre.

Pagina successiva »